Lista Guerri: "Pendere dalle labbra di Enel è una grave sconfitta per la città" In evidenza

Dismissione il prima possibile, valutazione sanitaria e impedire che aziende insalubri si insedino nell'area in futuro sono alcune delle richieste avanzate.

Venerdì, 28 Settembre 2018 15:56

 

Definiamo la tardiva chiusura nel 2021 per "morte naturale" (e solo per la parte a carbone) della centrale Enel una sconfitta per la nostra città, visto che a poco a poco il carbone verrà dismesso ovunque.

Questa è una città che non ha saputo, attraverso i molti poteri politici che si sono succeduti, debellare un cancro al suo interno quale è stato l'inquinamento prodotto da Enel. Ancora oggi siamo qui, a pendere dalle labbra di Enel, per capire se ci sia l'intenzione di riconvertire, anche in parte, la centrale, dimenticando il tradimento degli stessi impegni che si era presa nel 2013, basati proprio sui famosi gruppi a gas, che in realtà furono subito dismessi appena ottenuta, dalla passata Amministrazione Federici, l'autorizzazione a continuare a inquinare bruciando carbone. Cosa che del resto farà ancora sino al 2021 con Peracchini, che dunque ha, insieme a tutti noi cittadini, ben poco da gioire.

Respireremo i fumi di Enel ancora per tre anni (che sono un tempo molto lungo quando si parla di salute e prevenzione) e, se non dovesse essere approvata in Consiglio Comunale una mozione come la nostra (che chiede finalmente un controllo sanitario attraverso indagini appropriate e previste dalla normative, tipo la Valutazione di Impatto Sanitario), lo faremo senza neppure sapere con quale impatto sulla nostra salute. La nostra aspettativa era e resta che vengano attivati tutti gli strumenti di tutela sanitaria a disposizione per contrastare da subito l'uso del carbone e per cercare di anticiparne il prima possibile la definitiva dismissione.

Dobbiamo poi pretendere la bonifica dell'area in base al concetto del “chi inquina paga" e, cosa importantissima, fare la sola cosa che una amministrazione che voglia tutelare per il futuro la salute della cittadinanza può fare: inserire nel P.U.C. l'assoluta impossibilità, per il futuro, di collocare su quell'area industrie insalubri di ogni dimensione.

Se la nostra amministrazione dirà e farà tutto questo che noi chiederemo con grande forza e chiarezza nel Consiglio Comunale di lunedì sera, in cui si parlerà di Enel, allora sì che quello sarà un risultato storico per la città.
Per il momento, invece, prendiamo atto che nessuna decisione di questo tipo è stata ancora presa e continuiamo a combattere nell'incertezza.


Lista Civica Per La Nostra Città con Giulio Guerri

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Per la Nostra Città

Con l'auspicio che tornino in possesso di funzionalità e risorse. Leggi tutto
Per la Nostra Città

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa