Sarzana: il bando sull'assegnazione delle spiagge libere di Marinella non sarà revocato In evidenza

di Alessio Boi - Una lunga discussione: tutta l'opposizione unita chiede la revoca, ma la maggioranza risponde picche. Il sindaco: "Qui si chiede di commettere un abuso".

Venerdì, 04 Settembre 2020 16:05

Con l'estate ormai agli sgoccioli si parla di Marinella, tema sempre molto sentito qualunque sia l'oggetto della discussione su quella zona. Dall'illuminazione, all'agricoltura, al degrado fino alle spiagge, motore trainante del turismo estivo. Il bando sull'assegnazione del litorale libero alla società Marinella Beach Spa ha da subito suscitato polemiche, perché dall'esito ne è seguita l'uscita dal consiglio comunale di Emilio Iacopi, ex capogruppo della Lega, perché la moglie fa parte tutt'ora di quella società e Iacopi ha voluto evitare il conflitto di interessi.

Ma alla minoranza non è andata giù e ha voluto approfondire. Questa volta lo ha fatto con una mozione con la quale ha chiesto al sindaco e agli uffici competenti di annullare il bando. Paolo Mione (Sarzana per Sarzana): "Discutiamo questa pratica un po' tardivamente ma è importante per il prossimo anno. Si tratta di un bando che è sotto indagine della procura di Genova e mi viene da ridere quando Rampi dice che questa giunta ha riportato la legalità a Sarzana".

Poi ancora: "Ho visto fotografie terrificanti di Marinella: sporcizia e degrado ovunque e mancano i servizi essenziali. Capisco che abbiate trovato una situazione difficile lasciata da quelli di prima, ma voi avete fatto peggio. Non avete fatto nulla per il degrado di Marinella e non avete risolto i problemi assegnando le spiagge a degli affaristi".

Subito risponde il sindaco Cristina Ponzanelli: "Parliamo di un territorio che ha subito più di 10 anni di scelte sbagliate, ma questa giunta ha approvato un progetto per la riqualificazione dell'impianto di acque medie da più di 2 milioni di euro, concluso i lavori sull'argine del Parmignola e investito risorse maggiori del passato. Con questa mozione mi si chiede di fare un abuso e voi lo sapete benissimo: non è nel potere del sindaco e della politica intervenire per un atto amministrativo, oltre che a eliminare dei servizi che ora sono garantiti come il contingentamento delle persone, la pulizia e il salvataggio. Non mi sembra una soluzione che guarda all'interesse pubblico".

Una risposta che ha acceso il dibattito, scatenando Beatrice Casini, capogruppo del nuovo "Siamo Sarzana", recentemente  uscita da Italia Viva, che ha dichiarato: "A Marinella è tutto allo sbando, mancano i servizi essenziali. Un sindaco dovrebbe dare risposte ai cittadini, cosa ci sta a fare lei seduta lì?".

Umberto Raschi, che invece in Italia Viva è rimasto, diventando anche il capogruppo in consiglio, ha dichiarato: " Il bando è stato realizzato con determinati requisiti che i vincitori non avevano, ma diamo una valutazione politica: i servizi offerti sono stati soddisfacenti? Secondo me no e secondo i cittadini nemmeno".

Lo scontro prosegue con gli esponenti della minoranza che hanno ritenuto il bando inadatto e che Marinella avrebbe bisogno di essere ripensata, come Daniele Castagna del PD, chi, invece, sottolinea la presenza di rifiuti in spiaggia, come Federica Giorgi del Movimento 5 Stelle e che ha aggiunto: "Siamo l'unico comune che ha ancora i parcheggiatori abusivi: dovevate mandarli via ma non avete fatto niente".

Poi Gianluca Maggiari di Sarzana Popolare: "Sono dispiaciuto, Marinella Beach voleva investire nella riqualificazione del litorale, ma ha deciso di rinunciare una volta finita la stagione". Lucia Innocenti della Lega: " Sarzana ha iniziato un percorso, la strada è lunga e, in questo caso, non ci sono i presupposti per annullare un bando".

Carlo Rampi di Fratelli d'Italia ha chiarito: "In passato se si dava la spiaggia pubblica in mano a un privato diventava privata, adesso non è più così. Aggiungo che l'indagine in corso su Marinella riguarda gli ultimi 20 anni di gestione".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Alessio Boi - Tuona il leader del neonato gruppo Sarzana in Azione, principale promotore della manifestazione di questa mattina a sostegno del centro sociale di via Ronzano. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa