Toti al point di Eretta: "Governo arrogante con la Liguria, servono risposte forti dalla nostra gente"

Il Presidente della Regione fa visita al point del candidato leghista Costantino Eretta: "Chi passa davanti al point spero si ricordi delle cose buone che fa la nostra Regione e l'amministrazione".

Venerdì, 04 Settembre 2020 19:40

L'arrivo di Giovanni Toti, il discorso e il buffet offerto dal candidato al centinaio di persone presenti al point del candidato alle elezioni regionali 2020 per la Lega Costantino Eretta per sentire le parole del presidente della Regione, che è passato dalla sua sede elettorale per un saluto.

Una toccata e fuga per il presidente, che però è riuscito a motivare il pubblico a mettere impegno per la campagna elettorale giunta in un momento caldissimo. "Un point in centro, visibile da molta gente e spero che chi passa e lo guarda si ricordi delle cose belle che stiamo facendo in Liguria e di quelle che sta facendo l'amministrazione sarzanese da due anni".

E prosegue: "Questa regione ci ha dato fiducia giorno dopo giorno, ma ricordo di quando eravamo in pochi e la Lega era quel partito che ci ha sostenuto da subito e ci ha creduto fin dall'inizio". Inoltre: "Oggi siamo molti di più: governiamo l'80% dei Comuni della regione e uno è proprio Sarzana, di cui Costantino eretta è vicesindaco. I liguri stanno apprezzando il nostro progetto e sono sicuro che i cinque anni che verranno saranno ancora migliori di quelli passati e abbiamo dimostrato di fare di ogni vicissitudine un'opportunità per migliorare".

Dopo il Presidente Toti anche il candidato Eretta prende la parola e ricorda i punti cardine del suo programma: "Vorrei occuparmi di sanità, perché la conosco bene e so quali sono i punti di forza e di debolezza - e prosegue - Tra le priorità sicuramente c'è il San Bartolomeo che deve rimanere pubblico, poi investimenti e un piano di assunzioni tramite i bandi, che devono ripartire per garantire il personale sanitario". Inoltre: "I servizi devono diventare più territoriali e ci deve essere meno centralizzazione degli ospedali, potenziamento dell'elisoccorso e infermieri di quartiere, che facciano da collegamento tra l'ospedale e il medico di famiglia". Poi prosegue: "Una proposta importante è il Disability Manager che possa coordinare le persone disabili sia nei ricoveri ospedalieri che nei servizi territoriali e - conclude - il Felettino è una priorità e va costruito secondo il Modello-Genova di Edoardo Rixi e sarei orgoglioso di essere nominato commissario straordinario per la sua edificazione".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

8 pazienti ospedalizzati in meno, 1962 i positivi residenti alla Spezia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa