Le quote dell’Adsp in La Spezia Shunting Railways vendute a spedizionieri e agenzie marittime In evidenza

di Gabriele Cocchi – Unica offerta quella di Interporto, l’Authority lascia la società tra le critiche. Addio al modello pubblico-privato.

Giovedì, 23 Gennaio 2020 16:49

Sono state vendute alla società Interporto La Spezia le quote societarie che l’Autorità di sistema portuale (Adsp) deteneva all’interno di La Spezia Shunting Railways (Lssr), la società nata nel 2013 su iniziativa della stessa Adsp, all’epoca guidata da Lorenzo Forcieri, per gestire in modo unitario la movimentazione ferroviaria nel porto e nel retroporto, contenendone i costi.

L’Autorità portuale, a fine 2019, aveva deciso di avviare una procedura a evidenza pubblica per la dismissione del 20% della società, appellandosi al testo unico sulle partecipazioni pubbliche, che prevede che anche le autorità portuali non possano mantenere quote "in società di beni e servizi non strettamente necessarie per il perseguimento delle proprie finalità istituzionali”.

L’unica offerta per l’acquisto del pacchetto societario è stata quella del raggruppamento privato degli spedizionieri e delle agenzie marittime “Interporto La Spezia Srl”, presieduto da Alessandro Laghezza, e nessuno dei soci di Lssr ha ritenuto di esercitare il diritto di prelazione previsto dallo statuto societario. Quote vendute, quindi, con l’Authority che saluta e lascia la società dopo poco più di 6 anni.

Una scelta, quella della presidente dell’Adsp Carla Roncallo, che si è attirata numerose critiche, da ultimo quella dello spezzino Andrea Orlando, vicesegretario nazionale del Pd, per il rischio di rinunciare a un asset strategico all’interno del mondo portuale. Ma in via del Molo, di contro, si ricorda come la legge preveda una razionalizzazione delle partecipazioni in società caratterizzate da “assenza di dipendenti" o da un "numero di amministratori superiore a quello dei dipendenti”, proprio come nel caso di La Spezia Shunting Railways.

Un’interpretazione che, secondo molti, si scontra con gli ottimi risultati ottenuti da Lssr dal 2013 a oggi. La società era nata su iniziativa dell’Authority con un modello aperto e duale “alla tedesca”: il 20% delle quote societarie, appunto, detenuto fino ad oggi dall’Adsp, e poi due pacchetti del 40% ciascuno in dote rispettivamente a terminalisti (tra cui Lsct con un 25%) e operatori ferroviari, che possono modificare la divisione azionaria al loro interno anche accogliendo altri operatori, senza però superare le rispettive quote.

La partecipazione di minoranza dell’Autorità portuale – fa notare chi non condivide la linea percorsa dalla presidente Roncallo – non significava tout court l’assenza di un potere decisionale: semmai il contrario, visto che via Del Molo controllava sia la presidenza della società che il consiglio di sorveglianza, con la possibilità di convocare il cda ed esercitare un'importante funzione di controllo sui soci.

Un modello che, con l’ingresso di Interporto al posto dell’Adsp, secondo gli addetti ai lavori potrebbe snaturare l’impostazione originaria pubblico-privata del raggruppamento, che perderà di fatto la prima componente.

I soci di Interporto La Spezia sono le aziende Bucchioni, Cangini & C., Centro Internazionale Spedizioni, Dario Perioli, Di Vita Giuseppe, Gruppo Laghezza, Laviosa, Marittima Servizi, Saimare, Sattemar, Ser.Nav. e STM.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Lo sport dell'alpinismo lento

Lunedì, 24 Febbraio 2020 09:18 cronaca
Si afferma negli istituti scolastici con la professionalità dell’atleta olimpionica Alessandra Borio Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Le assenze pesano troppo, Tarros sconfitta

Lunedì, 24 Febbraio 2020 09:13 basket
Indisponibili i due stranieri. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa