"Montale e le sue chiese", un calendario per pagare i lavori di restauro della Pieve

di Cecilia Castellini – La presentazione curata da Valeria Zattera, nota esperta della storia della vallata di Levanto.

Sabato, 17 Ottobre 2020 16:12

Domani, domenica 18 ottobre, alle ore 17 alla Pieve di Montale, a Levanto, verrà presentato il calendario 2021 “Montale e le sue chiese” con un intervento di Valeria Zattera, nota esperta della storia della vallata.

Il calendario, curato dalla stessa Zattera e da altri volontari, sarà acquistabile in chiesa e, nei giorni successivi, presso il Conad di Levanto e il Mad Max Pub. L’obbiettivo dell’iniziativa è quello di ottenere dei fondi da devolvere interamente al pagamento del mutuo per i lavori di restauro che hanno permesso di riportare l’antica Pieve al suo splendore.

La chiesa, risalente al XII secolo, aveva un'ampia giurisdizione sulle chiese e cappelle degli attuali territori comunali di Levanto e Bonassola. Da un documento del 1077 è possibile supporre che nel borgo di Montale esistesse un’omonima chiesa di dimensioni minori, distrutta per poi costruire quella nuova.

I restauri, iniziati grazie all’impegno dei volontari, sono durati 3 anni e si sono conclusi ad aprile 2018. L’investimento, che ammonta a 245.000 euro, ha permesso di recuperare anche l’antico organo Agati di inizio 800.

La Pieve è sempre aperta dalle 9 alle 19 tutti i giorni, attira molti turisti sia italiani che stranieri e costituisce una realtà sicuramente molto importante da preservare. La comunità parrocchiale, infatti, cura anche molto la comunicazione via social tramite la pagina Facebook, Instagram e il canale YouTube che hanno permesso di raggiungere i fedeli perfino durante il periodo di lockdown con la trasmissione delle messe, seguite in media da 500 utenti.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Gabriele Cocchi – Sono una donna e uno studente universitario che avrebbero opposto resistenza all’invito degli agenti di mantenere le distanze. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il medico, che lavorava per l'Asl, avrebbe svolto anche la libera professione senza versare il contributo all'azienda sanitaria. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa