Una via per Almirante, nessuna richiesta ufficiale. Melley: “Sarebbe uno sfregio” In evidenza

Depositate stamattina in Comune 1.500 firme contro la proposta lanciata dall'ex candidato sindaco di CasaPound Bruzzi Alieti.

Lunedì, 29 Giugno 2020 22:22

“Spero che questa vicenda abbia una risposta secca e ferma da parte del sindaco: in questa città sul fascismo non si scherza. Spezia non merita questo sfregio”.

Lo ha detto durante il consiglio comunale Guido Melley (LeAli a Spezia), riguardo alla proposta avanzata dall’avvocato Cesare Bruzzi Alieti, ex candidato sindaco di CasaPound, di intitolare una strada a Giorgio Almirante, storico leader del Movimento Sociale Italiano.

“In questi anni abbiamo assistito a una sorta di revisionismo storico per riabilitare personalità, vicende e simboli legati al fascismo, con tanti casi di cui abbiamo discusso in passato anche in consiglio comunale – ha fatto notare Melley – Nessuno vuole demonizzare la figura di Almirante, ma nemmeno intitolargli una strada: la sua storia personale e politica è infatti strettamente legata al periodo fascista. La proposta, in più, è stata anche appoggiata da una delle forze politiche che sostiene l’amministrazione (Fratelli d’Italia, ndr). Noi avevamo chiesto al sindaco di prendere una posizione chiara, anche perché Spezia ha una storia legata alla Resistenza ed è stata insignita della medaglia d’oro al merito civile per la vicenda di Exodus”.

Per bloccare la proposta è partita anche una contro-raccolta firme, lanciata da Anpi e Sardine, che ha ottenuto circa 1.500 adesioni, depositate questa mattina in Comune. “Ad oggi nessuna richiesta è pervenuta agli uffici competenti, quindi nessuna procedura in merito è stata avviata”, ha precisato il vicesindaco Genziana Giacomelli, sottolineando che invece è stata avviata la procedura per il conferimento della cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Lilina Segre: nelle prossime settimane l’ufficialità dovrebbe essere sancita proprio dal consiglio comunale.

“Siamo profondamente delusi dalla risposta burocratica del vicesindaco – ha controbattuto Melley – Dispiace che il sindaco anche questa volta non abbia voluta prendere una posizione chiara, rendendo noto il suo pensiero su questa grave vicenda”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La nota di alcuni residenti, pendolari e operatori economici delle Cinque Terre ricorrenti al Tar. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
La nota del Gruppo Primavera Borghettina: "Ennesimo disagio arrecato da un'amministrazione negligente e superficiale". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa