"Convocare consiglio comunale in aula proposta folle del sindaco" In evidenza

I gruppi consiiari di opposizione del comune di Sarzana replicano duramente al sindaco Cristina Ponzanelli.

Giovedì, 16 Aprile 2020 22:07

"Il momento per l’intera Nazione è drammatico. Dall’inizio della pandemia abbiamo manifestato al Sindaco la nostra volontà di aiutare, non ci ha mai chiamato ne risposto", affermano in una nota i gruppi consiliari di opposizione del Comune di Sarzana. "Abbiamo sollecitato un consiglio comunale per parlare dei problemi collegati della Casa di Risposo ed alla lotta al COVID-19".

"Finalmente è arrivata la convocazione del tanto agognato Consiglio Comunale ed abbiamo presentato gli ordini del giorno. Due consiglieri comunali tre giorni prima del consiglio, resisi conto che la piattaforma scelta dal segretario comunale e Presidente del Consiglio Rampi non funzionava, hanno scritto a quest’ultimo manifestando le proprie perplessità, Rampi ha risposto rassicurando sul funzionamento".

"Il giorno del Consiglio il sistema non ha funzionato, da parte della minoranza una presa d’atto dell’accorato mea culpa del Segretario e della dichiarata (parere del Segretario comunale) non utilizzabilità della piattaforma per questioni di obbligatorio controllo del numero legale da parte del Presidente. Da qui una riunione dei capigruppo che ha elaborato un documento di rinvio del consiglio comunale, votato all’unanimità, prima fra tutti il Sindaco".

"Da parte della minoranza ancora nessuna polemica. Abbiamo capito chi innesca le polemiche: il Sindaco con un rozzo intervento dove cerca di incolpare la minoranza del rinvio ed altre componenti di maggioranza.
Avremmo voluto sentire il Sindaco sul perché dieci ospiti della casa di riposo sono morti, sul perchè sono stati smarriti i tamponi della casa di riposo e non solo, sul perché c’è stato un così grave ritardo nell’effettuare i tamponi stessi e nell’isolare la casa di riposo".

"Ciò non è stato consentito dalla manifesta incapacità e dalla supponenza di Sindaco, Rampi e segretario comunale: avrebbero potuto ascoltare i dubbi della minoranza e scegliere un altro programma. I veri danneggiati dal grave errore di scelta della piattaforma sono i cittadini e la minoranza".

"Oggi il Sindaco, con l’acqua alla gola per la manifesta inettitudine, contrattacca e cerca di incolpare come solito qualcuno, in questo caso la minoranza. Se la situazione non fosse drammatica farebbe sorridere. Ancora una volta si raggiunge l'apice dell'assurdo e dopo le tristi note passate anche in cronaca nazionale, arriviamo ad essere l'unico comune d'Italia che ha tentato invano e per più di cinque ore di avviare la discussione su un tema estremamente importante, e che non ce l'ha fatta a causa dell'inadeguatezza del programma multimediale scelto da lei e dalla stessa amministrazione".

"Ma in un attacco di esasperato populismo, il Sindaco di Sarzana invece di correre ai ripari chiedendo aiuto al Sindaco della Spezia dove hanno fatto il regolare consiglio comunale tramite piattaforma, propone di fare un consiglio comunale con la diretta presenza dei consiglieri in aula. Un scelta folle, contro la legge, che nessuno in Italia adotta".

"Per nascondere la provata incompetenza sua e dei sui diretti assistenti preferisce mettere in pericolo la salute di consiglieri comunali, segretario comunale e dipendenti. La salute dei familiari, la salute dei cittadini: una vergogna se proposto da colei che per prima dovrebbe tutelare la salute".

"Il colorito Presidente della Regione Campania direbbe: “Ho sentito dire che il Sindaco di Sarzana non è capace di fare un consiglio comunale da remoto, ma come è possibile lo fanno tutti in tutti i comuni, lo vuole fare con i consiglieri presenti, ma io mando i Carabinieri e con il lanciafiamme. Questa che non riesce ad organizzare un consiglio comunale crede di poter combattere un virus".

"Cosa dire di più, noi consiglieri di minoranza la preghiamo di seguire almeno questo consiglio: si faccia aiutare da tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza, non sia presuntuosa, esca dalla continua campagna elettorale in cui si trova, formi un comitato composto da tecnici e consiglieri di maggioranza e minoranza, affinchè tutti insieme si cerchi di trovare le soluzioni sanitarie, economiche, sociali per ridare un futuro dignitoso alla città. Noi ci siamo ed aspettiamo fiduciosi".

I Gruppi consiliari di opposizione del Comune di Sarzana

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Dopo fasi di maltempo di stampo più invernale, sulla Liguria tornano piogge diffuse e temporali in particolare, sul centro e sul Levante. Attesi anche venti forti e mareggiate. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Si sono ritrovati in piazza Europa, gli insegnanti spezzini delle scuole secondarie, esasperati dalla situazione che da mesi stanno vivendo e dalle incertezze sul futuro. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa