Emergenza Covid-19 a Lerici, Paoletti risponde alle polemiche: "Se avessi dati allarmanti ne darei atto" In evidenza

"L'unica strada è quella che stiamo percorrendo con consapevolezza e serietà: evitare le occasioni di contagio."

Martedì, 31 Marzo 2020 09:12

 

Da qualche giorno a Lerici si dibatte se sia giusto non conoscere i dati a livello comunale: il Sindaco Leonardo Paoletti, infatti, non diffonde il numero dei contagi sul territorio comunale e per molti questo rappresenta un problema, poichè mancherebbe una visione a 360° di quanto sia la portata della pandemia a Lerici. 

Il Sindaco ha risposto così alle polemiche, via social: 

Come ho già spiegato, ritengo che i dati che è rilevante conoscere siano quelli da regionali a nazionali.
Fin che ci sono dati di contagio importanti, anche solo nazionali, nulla cambia nella nostra strategia anti contagio.

Avrebbe senso comunicare dati a livello di comune laddove Lerici fosse un focolaio di infezioni. Ma così oggi non è.
Se avessi dati allarmati ne darei avviso.

Come già spiegato nei giorni scorsi, i dati che mi vengono trasmessi da ASL sono quelli di persone positive con sintomi ma SOLO se in cura a casa, in una RSA o residenza per anziani, qui nel nostro Comune.

Non ricevo comunicazione dei ricoveri dei nostri concitadini, che non essendo più sul territorio ma trasferiti in ospedale, non mi vengono segnalati come CASI di COVID-19 su Lerici.
E per le ragioni di cui sopra non ritengo rilevante conoscerli.

L'ultimo report ASL mi segnala:

  • un caso sul territorio, che ormai da circa 2 settimane non ha più febbre o sintomi (di cui ho già detto nei giorni scorsi);
  • un altro caso ma che necessita di altro tampone per verifica;
  • una persona in attesa esito tampone;
  • una persona in vigilanza attiva (non malata, ma in quarantena disposta da ASL).

Questi sono i dati dal report a me quotidianamente trasmesso da ASL che, ripeto, si riferiscono solo a chi sia malato da COVID-19 o sia in sorveglianza attiva, ma sia dimorante (in abitazione, struttura ricettiva o struttura per anziani) nel Comune e non trasferito in ospedale.

Andiamo avanti tenacemente.
L'unica strada è quella che stiamo percorrendo con consapevolezza e serietà: evitare le occasioni di contagio.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La Consigliera regionale chiede anche un incremento delle tratte. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Avantinsieme sottolinea che, altrimenti, lo si potrebbe costruire in aree meno a rischio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa