Nizza: cresce la richiesta di jet privati per i viaggi di lavoro

Situata sulla Costa Azzurra, non molto distante dal confine italiano, la città francese di Nizza non è solo una meta molto frequentata dai turisti, ma è anche una destinazione tipica per imprenditori, commercianti e professionisti.

Venerdì, 02 Ottobre 2020 08:53

Soprattutto chi possiede un’attività in ambito commerciale, nel settore del turismo e dell’intrattenimento, così come i gestori di società sportive si recano spesso in questa elegante località di mare per motivi inerenti il loro lavoro, per incontri di affari, per incontrare soci e collaboratori francesi, oppure semplicemente per coordinare gli acquisti di prodotti provenienti dal territorio della Provenza.

Ovviamente, da questo punto di vista il principale centro economico della città è rappresentato dal Sophia-Antipolis, un vero e proprio polo tecnologico che al suo interno ospita le sedi di quasi 1.500 multinazionali e favorisce il lavoro di migliaia di ricercatori.

Per questo, in seguito alla ripartenza post lockdown, la città di Nizza oltre al turismo ha visto ripartire con altrettanto dinamismo anche i transiti per lavoro sul proprio territorio.

Voli aziendali per Nizza: le ragioni del successo dei jet privati

Raggiungere Nizza in aereo dall’Italia non richiede molte ore di volo, tuttavia occorre considerare che si sta parlando di una città frequentata anche per motivi turistici, soprattutto nella stagione estiva.

Per tale ragione, un volo di linea per Nizza necessita di una prenotazione anticipata e richiede tempi piuttosto lunghi dovuti all’attesa per l’imbarco, per i controlli e, una volta arrivati a destinazione, per recuperare i propri bagagli. Una situazione che arreca disagio soprattutto a chi viaggia per motivi di lavoro e ha delle tabelle di marcia da rispettare.

Trascorrere molto tempo in un aeroporto affollato in questo periodo post Covid, inoltre, non permette di rispettare le norme di distanziamento sociale ed evitare assembramenti e, dunque, non garantisce sicurezza.

La scelta di volare in privato, ormai sempre più diffusa, si sta di conseguenza rivelando una delle più importanti alternative per viaggiare in tranquillità ed evitare i disagi e il prolungarsi dei tempi tipici dei voli di linea.

Noleggiare un jet significa avere a disposizione tutto lo spazio interno di un aereo, da gestire e allestire secondo le proprie necessità e preferenze personali, personalizzando la data e l’ora di partenza, risparmiando tempo ed evitando di sottoporsi ai rischi che potrebbero verificarsi in un ambiente molto affollato.

Perché volare a Nizza con un aereo privato

Come abbiamo visto, volare a Nizza con un aereo privato è un’ottima soluzione per acquistare tempo, per tutelare la propria salute non esponendosi a potenziali fonti di contagio, riducendo i tempi per raggiungere la propria destinazione molto più rapidamente e senza stress.

Un altro vantaggio molto importante per chi sta viaggiando per lavoro è la possibilità di avere a disposizione un ambiente ampio, da poter sfruttare nel modo più congeniale ai propri interessi. Ad esempio, una squadra di lavoro in trasferta o un imprenditore che viaggi assieme a soci e collaboratori, può usufruire del tempo del volo per pianificare il lavoro, per organizzare una riunione o per definire le operazioni da svolgere prima del rientro.

Volando con un aereo privato, oltre a disporre di tutto lo spazio utile per lavorare, vengono garantiti il rispetto della privacy e la massima riservatezza, permettendo a imprenditori e professionisti di muoversi come se fossero nel proprio ufficio.

Anche per questo motivo, il servizio di noleggio jet nel contesto business ha registrato una domanda in costante crescita.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra - Avvio di stagione da incubo dopo la sentenza federale blocca-mercato, l’addio-choc di Italiano ed il cluster generato da alcuni giocatori no-vax. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Notice: Undefined property: K2ViewItem::$relatedItems in /home/uxhnwmag/domains/gazzettadellaspezia.it/public_html/templates/ja_teline_v/html/com_k2/default/item_tagrel_w2l.php on line 3

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa