Giornata del Paesaggio 2019, alla Spezia la mostra "Il rimboschimento: misure adottate nel territorio spezzino" In evidenza

La mostra potrà essere visitata da mercoledì 13 a venerdì 15 marzo 2019 negli orari di apertura al pubblico dell’Archivio di Stato della Spezia

Lunedì, 11 Marzo 2019 09:23

La “Giornata nazionale del paesaggio”, istituita con decreto ministeriale n. 457 del 2016 e da celebrarsi il 14 marzo di ogni anno, è un’iniziativa del Ministero per i beni e le attività culturali che ha lo scopo di promuovere, sostenere, valorizzare e rendere fruibile il patrimonio paesaggistico della Nazione, nonché di sensibilizzare i cittadini, attraverso attività informative, educative e divulgative, sui temi ad esso legato. Nel corso di tale giornata viene inoltre assegnato il Premio nazionale del paesaggio, dedicato a progetti e attività volti alla conoscenza, promozione, riqualificazione e tutela del paesaggio.

L’Archivio di Stato della Spezia aderisce a questa importante iniziativa con l’allestimento di una mostra documentaria dal titolo Il rimboschimento: misure adottate nel territorio spezzino.
Scopo della mostra è mettere in evidenza come già nell’Ottocento le amministrazioni locali e nazionali si preoccupassero di una tematica ancora oggi così sentita. Non si trattava ancora, a tutti gli effetti, della sensibilità “ambientalista” diffusa ai nostri giorni, ma era comunque segnale di un riconoscimento dell’importanza degli interventi di rimboschimento a fini idro-geologici per il benessere e la tutela del territorio. Un impulso importante in questa direzione era stato dato in Italia dalla legge forestale del 1877.

Per quanto riguarda la provincia spezzina un’approfondita ricerca storicodocumentaria sul tema ha evidenziato come le amministrazioni pubbliche si adoperassero per impiantare nuovi boschi in terreni e zone incolte e per ripristinare alberi laddove risultassero scomparsi, degradati o distrutti a causa di fattori ambientali o dolosi.
I documenti esposti provengono da due fondi conservati dall’Archivio di Stato della Spezia: il Comune di Varese Ligure (in deposito) e la Prefettura della Spezia.
Si tratta di documentazione risalente al periodo tra fine Ottocento e prima metà del Novecento, in particolare leggi, deliberazioni, progetti, carte topografiche e tavole esplicative relativi al rimboschimento e alla sistemazione di alcune zone del territorio spezzino. Il percorso espositivo presenta in dettaglio i provvedimenti relativi a zone quali monte Parodi, monte Santa Croce, monte Coregna e monte Castellana, i terreni compresi nel bacino montano del fiume Vara nonché alcune disposizioni in materia di boschi e di terreni montani.
La mostra potrà essere visitata da mercoledì 13 a venerdì 15 marzo 2019 negli orari di apertura al pubblico dell’Archivio di Stato della Spezia.

Per informazioni: dottoressa Ilaria Di Cillo 0187 506360

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Proseguono i corsi di lingue e gli approfondimenti culturali Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Follo 2030 scende in campo

Domenica, 24 Marzo 2019 11:59 politica-follo
"Appoggio incondizionato alla lista Cambiamo insieme Follo" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa