Indagini sul paranormale, a San Terenzo a caccia dei pirati saraceni In evidenza

I partecipanti potranno provare la sofisticata attrezzatura di Epas (European Paranormal Activity Society).

Lunedì, 02 Settembre 2019 15:25

 

Alla ricerca di misteriose presenze tra le mura del castello di San Terenzo, nell’omonimo borgo alle porte di Lerici. Un’opportunità che verrà offerta a tutti coloro che parteciperanno all’evento “Indagini del paranormale”, in programma sabato 7 settembre.

Un’iniziativa organizzata dal Polo museale della Liguria, organo del Ministero per i beni e le attività culturali, e dalla società Earth, che da anni si occupa di valorizzare il territorio ligure attraverso eventi e manifestazioni.

Ospiti della serata saranno i ricercatori di Epas (European Paranormal Activity Society), associazione internazionale che attraverso l’indagine paranormale punta a riqualificare e promuovere i tesori, spesso nascosti, della nostra penisola.

I partecipanti non si limiteranno a osservare i tecnici Epas all’opera, al contrario saranno proprio loro i protagonisti: avranno la possibilità di utilizzare le sofisticate attrezzature abitualmente impiegate durante i sopralluoghi, come rilevatori di campi elettromagnetici, fotocamere full spectrum, telecamere termiche e quant’altro. Guidati dagli studiosi, i visitatori si addentreranno tra i corridoi e le stanze del castello di San Terenzo, sulle tracce dei pirati saraceni che infestavano i mari a cavallo tra X e XI secolo. La notte precedente l’evento, invece, i tecnici effettueranno un primo sopralluogo: un modo anche per scoprire eventuali “punti caldi” e indirizzare così i partecipanti all’evento di sabato nelle zone più cariche della fortezza.

“Studiamo i fenomeni paranormali da anni, cercando di mantenere un approccio il più scientifico possibile” spiegano Massimiliano Maresca e Giuseppe Ferrara, fondatori di Epas. “Nel corso degli anni le nostre ricerche si sono rivelate occasioni sempre più efficaci per promuovere i territori dove indaghiamo. Attraverso documentari, convegni e social network abbiamo la possibilità di parlare di luoghi di interesse storico e turistico, veri e propri tesori da valorizzare dando loro visibilità”.

“In questa missione di promozione culturale rientra anche la corretta divulgazione dell’indagine paranormale, troppo spesso banalizzata e spettacolarizzata. La nostra è una passione e come tale la coltiviamo con onestà intellettuale, sforzandoci di restare ancorati alle prove e partendo sempre da un’impostazione scettica”, continuano Maresca e Ferrara.

La quota di partecipazione è di 5 euro per gli adulti, 3 euro per i ragazzi dai 6 ai 18 anni. Ingresso gratuito, invece, per i bambini sotto i 6 anni.

Le visite saranno divise i due turni: il primo alle 21 e il secondo alle 22,15. Il tour dura circa un'ora ed è obbligatoria la prenotazione.

Per informazioni si può consultare la pagina facebook @castellosanterenzo o inviare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Lisa si mette nei panni di una bambina deportata; Laura in quelli di un giovane soldato nazista; Matteo, Luca e Alessia denunciano la colpa degli "indifferenti". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
A lezione di arte, storia e Costituzione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa