Lerici, il Comitato di Frazione incontra i cittadini per fare il punto su rifiuti e "plastic free" In evidenza

di Doris Fresco- Si è svolto ieri sera un incontro del Comitato di frazione di Lerici. Presente anche l'amministrazione, Gianstefani: "Sul Porta a Porta non torneremo mai indietro". 

Venerdì, 28 Giugno 2019 15:12

"Abbiamo deciso di incontrarci ad un anno dalla scorsa assemblea, per raccogliere eventuali segnalazioni e per confrontarci sulle problematiche derivanti dal servizio di raccolta Pap- ha esordito il presidente del Comitato Bernardo Ratti- Inoltre sappiamo che il Comune di Lerici ha indetto un bando per l'affidamento del servizio, quindi vorremmo capire cosa cambierà. Vogliamo poi capire meglio i risvolti del plastic free. La percentuale raggiunta lo scorso anno di raccolta differenziata era stata giudicata come un fatto molto positivo, di contro avevamo segnalato qualche problema con le catenarie e per le attività commerciali. Rispetto allo scorso anno resta il problema della 'discarica abusiva a cielo aperto' nella parte alta di via Cavour o in via Fornara, problematiche che ovviamente in estate aumentano".

In sostanza, il Comitato chiede maggiori controlli per l'abbandono dei rifiuti, anche ai giardini, dove i cestini comunali sono usati per riversare i rifiuti domestici: "Si tratta di problemi pratici, ma che incidono fortemente sul decoro urbano".
Altra domanda fondamentale è stata posta da Alessandra Alessandri, che è intervenuta ad inizio incontro: "Rispetto alla consulenza di Ambrosini è stato commissionato un nuovo progetto per un importo di oltre 36mila euro, cosa cambierà?"; chiesta, da parte di alcuni dei presenti, la possibilità di valutare un sistema misto: "I dati del Comune di Lerici sulla differenziata non si discostano molto rispetto a comuni vicini che hanno scelto un sistema misto".

A tutte le domande a risposto la consigliera delegata all'Ambiente Claudia Gianstefani, che ha iniziato la sua analisi dai dati, spiegando perchè l'attuale amministrazione non tornerà mai indietro, credendo fortemente e con convinzione nel sistema Pap: "A maggio abbiamo registrato 10 punti percentuali in più rispetto allo scorso anno, quindi una raccolta differenziata dell'83%. Abbiamo visto che il comune capoluogo è intorno al 60%, che per un sistema misto è un buon risultato, ma noi possiamo assicurare che il nostro materiale è buono, quindi può essere riciclato, invece nei sistemi misti il problema sta nel fatto che il prodotto conferito non ha un buon grado di purezza. Siamo convinti delle nostre scelte, perché questo sistema è l'unico in grado di dare ottimi risultati. Abbiamo raggiunto un importante obiettivo tutti insieme, cambiando le nostre attitudini".

Certo, come rilevato anche da parte dell'amministrazione, il servizio è migliorabile e alcune problematiche risultano ingestibili, ma da un punto di vista etico- ambientale, il servizio Porta a Porta garantisce risultati unici, perchè permette di modificare il punto di vista dei cittadini, facendo in modo che ognuno si prenda la responsabilità dei propri rifiuti, ragionando su quanti e quali prodotti comprare anche pensando al rifiuto che verrà prodotto: "L'ordinanza del plastic free è stata fatta proprio per questo, per incentivare a modificare le abitudini e attuare comportamenti virtuosi attraverso un percorso graduale e un confronto con altre realtà importanti. Anche l'ordinanza del divieto di fumo è stata accolta molto bene dai gestori e a tutto ciò si uniscono tutte le attività culturali come l'adesione al santuario Pelagos o la collaborazione con Sea Shephard che ci permettono di lavorare molto bene. Falconara sarà totalmente plastic free grazie anche ad una donazione del Movimento Cinque Stelle che ha regalato le posate lavabili. Questo sarà un segnale importante perché è indispensabile che una struttura comunale sia in linea con le logiche ambientaliste che perseguiamo".
Gianstefani si è poi concentrata sulle novità e sui cambiamenti previsti dal bando, realizzato grazie alla consulenza costata 36mila euro: "La società che abbiamo contattato ci ha aiutato a capire se e come creare un bando che permettesse anche un risparmio. Non è stata una semplice consulenza, ma è stata anche assistenza per la formulazione di documentazione".

Passando alle risposte sul bando: "Il calendario commerciale verrà variato in estate, implementando i giorni di raccolta, inoltre nel nuovo bando si modificherà anche l'orario di raccolta del vetro che verrà posticipato. Controlli da parte di agenti in borghese, cartelli che segnalano la possibile presenza di telecamere permetteranno e stanno permettendo di individuare i trasgressori".
Dopo il confronto sul bando, si è svolta un'accesa discussione sul ruolo di comitati, amministrazione e associazioni riguardo il Porta e Porta e non solo: "Noi come amministrazione abbiamo il dovere di risolvere le problematiche- ha sottolineato Gianstefani- Così come le associazioni hanno il ruolo di organizzare e pensare alle iniziative pratiche. Al Comitato di Frazione spetta il Compito di allargare il più possibile il numero di persone coinvolte".
"L'importante è raggiungere l'obbiettivo, e per questo siamo molto contenti di alcune iniziative come il plastic free, che anche noi avevamo proposto, ma si spera che da ora in avanti si riesca a lavorare meglio e con maggiore condivisione", conclude Bernardo Ratti.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Alessio Boi - Tuona il leader del neonato gruppo Sarzana in Azione, principale promotore della manifestazione di questa mattina a sostegno del centro sociale di via Ronzano. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Segui con noi il match Cagliari - Spezia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa