Una legge di iniziativa popolare a tutela dei beni comuni In evidenza

Venerdì 28 giugno incontro all'Urban Center.

Martedì, 25 Giugno 2019 14:00

Il Comitato Popolare in Difesa dei Beni Pubblici e Comuni "Stefano Rodotà" - che viene presentato dal Prof. Ugo Mattei, docente di Diritto Costituzionale presso l’Università di San Francisco e di Diritto Civile all’Università di Torino – prosegue il lavoro iniziato dalla Commissione presieduta dal Prof. Stefano Rodotà, con l’elaborazione del referendum sull’acqua pubblica.

Il suo scopo era di offrire una forte protezione giuridica a beni essenziali per lo sviluppo umano e per riordinare la disciplina dei beni pubblici, risalente agli anni '40. Si è dunque cercato di stabilire quali siano i beni comuni (fiumi, laghi, aria, lidi, parchi naturali, foreste, beni ambientali e culturali ecc.) di cui la legge deve garantire una fruizione collettiva, anche a favore delle generazioni future. Lo schema del disegno di Legge del 2008, che si proponeva la riforma del Codice Civile in questa direzione, ora viene presentato come Legge di iniziativa popolare. Ai cittadini si chiede una firma di sostegno all’iniziativa ed è possibile farlo sia presso i banchetti che vengono allestiti, sia recandosi negli Uffici comunali dove da tempo sono stati depositati gli appositi moduli.

Ai cittadini che vorranno si chiederà anche, successivamente, di aderire alla “Società Cooperativa di Mutuo Soccorso ad Azionariato Popolare Intergenerazionale dedicata alla difesa dei diritti delle generazioni future”. Si tratta di uno strumento che offre quote di azioni popolari a ogni firmatario per arrivare a costituire un soggetto organizzato, economicamente solido, che renda effettiva la battaglia per i diritti fondamentali. Una Società che agirà con gli strumenti della democrazia diretta previsti nella Costituzione; tramite azione informativa, giuridica, educativa e nella ricerca; intervenendo nella conversione ecologica, nella ristrutturazione e nel governo popolare di spazi e aziende in crisi. Un progetto ambizioso, di vasta portata, ma di sicura efficacia solidale per quelli che verranno.

Venerdì 28 giugno ore 17.30, Urban Center (Teatro Civico), La Spezia.

Organizzano la rivista Informazione Sostenibile e l’associazione Dal Libro alla Solidarietà, col patrocinio dell’associazione L’Aquilone e della Consigliera di Parità Provincia della Spezia.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Le dichiarazioni del premier Conte a Venezia fanno presagire un prolungamento dello stato di emergenza, plausibilmente fino alla fine del 2020. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
E' stato annunciato questa mattina durante la conferenza stampa di presentazione del premio dedicato ad Emilio Bione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa