Delfino morto ritrovato in Palmaria In evidenza

Le analisi dell'Istituto Zooprofilattico stabiliranno le cause del decesso.

Mercoledì, 08 Maggio 2019 15:49

E' stato ritrovato, questa mattina, un delfino morto e spiaggiatosi in Palmaria.
Sul posto sono intervenuti i militari della Guardia Costiera, i Vigili del Fuoco e personale del servizio veterinario Asl 5. L’esemplare, già in stato di decomposizione, è stato recuperato nel corso della mattinata e, come da prassi, verrà trasferito all’Istituto Zooprofilattico di Imperia per le analisi necessarie a ricostruire le cause della morte.

 

Il delfino, della specie “tursiope” di circa 2,5 metri e 250 kg di peso circa, è stato prima trasferito via mare dall’isola Palmaria al vicino porto di Porto Venere, mediante l’ausilio di un gommone dei Vigili del Fuoco, dove poi è stato recuperato, sotto il coordinamento del personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Porto Venere che ha eseguito i primi rilievi del caso in collaborazione con il personale del locale servizio veterinario.
L’esemplare, è stato quindi trasferito presso la sede dell’Istituto Zooprofilattico di Imperia per le analisi necessarie a ricostruire le cause del decesso.

La Guardia Costiera, sotto la supervisione e il coordinamento del Reparto Ambientale Marino, costituito presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, svolge importanti funzioni a tutela dell’ambiente, tra cui anche la salvaguardia delle specie di flora e fauna marine, degli ecosistemi e dei cetacei. Le informazioni e le attività svolte a tutela delle specie marine protette, ad esempio, vengono inserite nel portale telematico “Oceam”, che permette così di monitorare, a livello nazionale, eventuali situazioni di criticità, pianificando mirati e tempestivi interventi.
E’ pertanto molto importante che chiunque si imbatta in una situazione di potenziale pericolo di inquinamento del mare o rinvenga un animale ferito, in difficoltà o spiaggiato, contatti immediatamente la Guardia Costiera al numero blu 1530.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Seconda edizione del 2019 di uno degli eventi più attesi dell’estate spezzina. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa