Bolano, Gruppo Comune Nuovo - Lista Toti: "A proposito della nuova scuola..." In evidenza

"Ultima novità: leggiamo dai quotidiani che anche l’ascensore della non ancora completata scuola di Ceparana, è fuorilegge".

Lunedì, 28 Maggio 2018 15:18


A tal proposito già in consiglio comunale il gruppo Comune Nuovo – Lista Toti aveva segnalato la critica situazione. Riportiamo fedelmente quanto agli atti del consiglio comunale in sede di approvazione del rendiconto 2017:

“Ci aspettiamo che si farà una solenne inaugurazione, almeno per il prossimo anno scolastico, con taglio di nastro in pompa magna.
Ma verrà un giorno, una occasione, una riunione per fare piena luce con la popolazione sul sostanziale fallimento dell’iniziativa che ha investito le ultime amministrazioni di sinistra.
Verrà l’occasione per evidenziare il totale fallimento del nuovo edificio a cominciare dalla scelta progettuale che, un comune cittadino, avrebbe individuato sull’estensione a “L” dell’esistente edificio della scuola media, con identica semplice architettura e caratteristiche tecniche. Ciò avrebbe favorito il mantenimento quasi totale dello splendido parco allora esistente.
Verrà l’occasione di verificare quali svantaggi questa superficiale scelta produrrà nel tempo per quanto riguarda la gestione interna del personale scolastico, in futuro divisa in sostanza in tre distinti plessi scolastici (più la palestra) al posto dell’unico che si poteva fare; ovviamente i costi economici di gestione, saranno maggiori per tre plessi scolastici al posto di uno solo.
Per concludere, l’evidente spropositato tempo di realizzazione, a quanto pare ancora parziale, i costi aumentati in modo assurdo rispetto alle previsioni iniziali, i contenziosi pregressi, attuali e forse futuri, rendono evidente a tutti l’incapacità o peggio l’indolenza dell’attuale amministrazione di fronte alla realizzazione di quello che un tempo sarebbe stato considerato “il fiore all’occhiello” di una amministrazione e che rischia di diventare l’esempio della peggiore amministrazione.”

E’ comunque doverosa anche una analisi socio politica che in buona parte deriva dalla gestione dilettantistica del bilancio.
Il territorio è in uno stato di sostanziale abbandono.
Non si vedono iniziative pubbliche degne di nota; non interventi pubblici qualificanti, non straordinarie manutenzioni dell’esistente; solo una stanca, sterile, manutenzione ordinaria.
Le opere pubbliche qualificanti risalgono a decenni fa e in taluni casi non si riesce neanche a mantenerle nella dovuta efficienza.
Non si incontrano purtroppo neppure interventi privati; lungo le vie del paese troppi fondi commerciali segnalano “affittasi/vendesi”. Segnali preoccupanti di chiusura di attività e di totale assenza di interventi privati in edilizia, commercio, artigianato.
Non basta trincerarsi dietro il delicato momento economico del paese.
In parte ciò è vero, ma non abbiamo visto in questi anni di amministrazione interventi, idee, finanziamenti, proposte dell’amministrazione a favore dei settori economici in crisi.
Non ci sono soldi, si potrebbe dire!
Ma le poche risorse a disposizione, a maggior ragione, devono essere utilizzate con intelligenza a favore dello sviluppo, del lavoro, dell’ambiente e non nello sterile mantenimento di uno stato decennale di sola sopravvivenza.

Il Gruppo Consiliare Comune Nuovo – Lista Toti
Paolo Scappazzoni
Elisa Spadoni
Enrico Acciai

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Gli eurodeputati eletti nella lista Partito Democratico- Siamo Europei- PSE hanno eletto Brando Benifei come nuovo capo delegazione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
La consultazione preliminare di mercato ha messo in allarme le associazioni di volontariato. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa