Cenerini: "L'opposizione ed altri guardano ancora al comunismo" In evidenza

Il commento del Capogruppo della lista Toti - Forza Italia al consiglio comunale sul bilancio.

Venerdì, 09 Febbraio 2018 21:56

Un’affermazione forte, ma vera! Tutto deve restare pubblico, sembrava di essere nella vecchia URSS ieri sera in Consiglio Comunale. La minoranza non accetta la vendita del parco del Colombaio, anche se resta vincolato ad uso pubblico. Non si capisce quale sia la differenza per una mamma che va al parco con i bambini, se lo stesso è di proprietà pubblica o privata, magari può addirittura non saperlo, l’importante è poterne usufruire e che sia pulito, sicuro e attrezzato o no?
Evidentemente le teste sono sempre le stesse di una volta, purtroppo ce n’è anche qualcuna che ragiona alla rovescia dalle nostre parti!

Inoltre la sinistra continua con la politica della menzogna, che non funziona più però! Alla richiesta di incontro di un comitato di cittadini, con il Sindaco e altri, piuttosto inusuale, visto che se ne è fatta portavoce Federica Pecunia, il Sindaco ha dato piena disponibilità ad ascoltare i cittadini nella giornata di oggi, ma il Consigliere Liguori durante la discussione ha stigmatizzato il rifiuto del Sindaco di incontrare i cittadini! Evidentemente parliamo lingue diverse e capiamo in modo diverso, come diceva qualcuno sembriamo uguali ma non lo siamo.

A fronte di una chiusura totale dei vecchi Sindaci delle sinistre, il Sindaco Peracchini, ha presentato degli emendamenti che andavano incontro parzialmente alle richieste della minoranza e di un gruppo di maggioranza, ma non andava bene lo stesso. Prima gli è stata rinfacciato il troppo decisionismo, poi l’esatto contrario e il Consigliere Melley ha parlato di troppe marce indietro. Si potrebbe dire alla romana “e chi li capisce!”.
L’amministrazione è stata accusata di voler nascondere delle cose dal Consigliere Raffaelli, ma chi distribuisce a tutti delibere, allegati e pareri dei Sindaci Revisori con largo anticipo, può voler nascondere qualcosa? Basterebbe studiare! Sempre il Consigliere Raffaelli ha offeso la maggioranza usando più volte la frase “mani nella marmellata”, salvo una successiva parziale marcia indietro a fronte di proteste in aula e di una infuocata riunione dei capigruppo, ma non contento ha aggiunto che il Sindaco è stato sbugiardato. Altro che quanto scrive Federica Pecunia su fb, che il Sindaco offenderebbe il gruppo del PD, è vero l’esatto contrario.

Venendo alle cose serie! L’amministrazione con questo bilancio non mette le mani nelle tasche degli spezzini, come invece ha sempre fatto la sinistra! Anzi, a fronte dei debiti e dei folli impegni di spesa ereditati, diminuisce delle tariffe sul sociale, in favore delle classi più povere. L’unico aumento di un Euro sulla tariffa di soggiorno, concordato con le associazioni di categoria, non sarà a carico degli spezzini e servirà in parte a mantenere una città più pulita.
Come detto uno degli emendamenti presentati dal Sindaco e approvati, riguarda la parziale alienazione della scuola di Via Firenze. Nessuno ha rimarcato che alla riqualificazione della stessa è legato un finanziamento a fondo perduto dello stato del valore di quasi due milioni di Euro, da spendere anche per la riqualificazione del quartiere.

Concludendo grande fiducia al Sindaco Pierluigi Peracchini, che a fronte dei disastri ereditati ha avuto la capacità e la disponibilità di variare in parte quanto presentato. Ribadisco cose mai viste in passato, dove potevi proporre qualsiasi cosa e la stessa veniva sempre bocciata!

L’opposizione e non solo, dovrebbe essere meno ottusa e soprattutto, anche se a dirlo la Pecunia si arrabbia, prendere atto finalmente del risultato elettorale del giugno scorso e smetterla di fare un’opposizione becera e arrogante, ma finalmente con qualche proposta costruttiva.

Fabio Cenerini
Capogruppo TOTI - FI

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Elena Voltolini - E' arrivato alla ribalta nazionale il gesto dell'Assessore arcolano Gianluca Tinfena, per "educare" un concittadino "distratto". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa