Il Comune apre le porte agli studenti In evidenza

Al termine di un progetto che la scuola ha dedicato a Cittadinanza e Costituzione.

Giovedì, 21 Dicembre 2017 19:46
Lo scorso 15 dicembre la classe quinta della Scuola Primaria di Monterosso ha incontrato il Sindaco e gli Amministratori. Tante le domande e l'interesse mostrati dalle bambine e dai bambini verso il funzionamento del Comune, del Consiglio, del ruolo e dei compiti del Sindaco.

Nelle settimane precedenti, gli alunni hanno seguito il corso "Cittadinanza e Costituzione" affrontando il tema dell'organizzazione dello Stato ed in particolare degli Enti Locali. Il percorso di approfondimento ha portato alle elezioni del Sindaco di classe e ad una seduta del “Consiglio Comunale della classe quinta”, corredato anche da un Verbale che è stato personalmente consegnato al Sindaco Moggia.

La classe ha partecipato al concorso "Parlawiki, costruisci il vocabolario della democrazia" indetto dalla Camera dei Deputati e dal Miur.

Il primo cittadino e gli Amministratori hanno risposto con piacere ai quesiti posti dai giovani studenti. Si è cercato di spiegare con parole semplici, concetti complessi: come quello di Politica, Democrazia e Costituzione.

Al Sindaco è stato chiesto quali siano stati i motivi che lo abbiano spinto a candidarsi e cosa avesse provato al momento della sua elezione. Sono stati ripercorsi quei momenti con un entusiasmo tale da coinvolgere anche i più piccoli.

“Mi sono candidato per mettermi al servizio della comunità, sono stato spinto dalla volontà di migliorare le cose, per raccogliere le richieste dei monterossini e fare il bene del mio paese con impegno, passione e tanta dedizione. Ho preso un impegno con i miei cittadini, con le persone che mi hanno scelto e votato, il mio impegno politico è una scelta d’amore verso la nostra comunità, la nostra terra e la nostra identità. È una scelta coraggiosa che richiede tanti sacrifici anche a livello di vita personale. Il Sindaco è primus inter pares, è il primo cittadino, colui che è scelto per rappresentare una comunità, per farsene portavoce, ma non è superiore a coloro che rappresenta. Quando mi sono candidato e poi sono stato eletto desideravo che tutto fosse accessibile in un rapporto diretto e sincero con la cittadinanza” spiega il primo cittadino Emanuele Moggia e continua “Il mio primo obiettivo, insieme alla mia Amministrazione, è stato quello di riavvicinare le persone alla politica, di farla diventare semplice, comprensibile a tutti. Di far davvero diventare il Comune un Palazzo di Vetro in cui tutti potessero vedere cosa si facesse e come si lavorasse. Lo spirito che mi muove è quello di perseguire il bene comune e i valori che mi spingono ad agire sono la trasparenza, la condivisione e la partecipazione. Perché, citando Lorenzo Milani, ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. L’amore è l’unica quantità che se divisa con gli altri diventa si moltiplica.”

Particolare interesse è stato mostrato anche per la postazione della Protezione Civile comunale. Alla classe è stato spiegato che, in caso di Allerta Meteo arancione o rossa, occorre attivare il C.O.C (centro operativo comunale). Agli studenti sono stati mostrati i monitor indispensabili per tenere sotto controllo le perturbazioni in arrivo sul territorio; poi le radio collegate con la Polizia Locale e il Polo di Protezione Civile provinciale di Santo Stefano, infine hanno visto in diretta le immagini delle telecamere posizionate sul Rio Morione per verificare i livelli delle acque.

“Uno dei traguardi più importanti che ci siamo posti” spiega Moggia “è la tutela del territorio investendo nel sistema di protezione civile, nella prevenzione e nel contenimento del rischio idro-geologico, nella della salute degli abitanti e dei turisti che visitano in nostro paese”.

L’Amministrazione crede molto nelle nuove generazioni perché sono una speranza e una risorsa per il domani. Il Sindaco è da poco rientrato dalla visita al Parlamento di Strasburgo con i ragazzi della terza media del paese “È fondamentale riavvicinare i giovani alle istituzioni per farli sentire parte di esse perché possano essere un domani, donne e uomini consapevoli ed orgogliosi eredi di una storia ricca e prestigiosa, in grado di restituire quanto ricevuto a benefico della collettività perché, da cittadini responsabili e competenti, possano rappresentare un valido contributo per le istituzioni e la vita civile della nostra repubblica”

A conclusione della mattinata la classe quinta elementare ha avuto l'opportunità di entrare in tutti gli Uffici per vedere da vicino come funziona la Casa Comunale che è la casa di tutti i monterossini.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Comune di Monterosso

Piazza Garibaldi, n. 35
19016 Monterosso al Mare (SP)
Tel: 0187 817525

 

www.comune.monterosso.sp.it

Ultimi da Comune di Monterosso

Progetto voluto dall'amministrazione per i bimbi della scuola primaria e i ragazzi delle medie. Leggi tutto
Comune di Monterosso
Emanuele Moggia ha parlato della propria esperienza alla guida del Comune delle Cinque Terre. Leggi tutto
Comune di Monterosso

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa