Lerici, Cambiamo in Comune: ”Per Paoletti canali e fogne dovevano essere priorità, ma nulla è stato fatto" In evidenza

Il gruppo di minoranza, con questo comunicato, elenca le questioni che ritiene siano irrisolte a da affrontare con priorità.

Giovedì, 20 Aprile 2017 19:42

"Nei giorni scorsi hanno fatto giustamente scalpore alcune immagini del ponte pasquale che ritraggono bambini giocare serenamente nell’alveo dei canali Lizzarella e Portiolo che sfociano a cielo aperto sulla spiaggia di San Terenzo.
Non risulta che le ordinanze in questione siano state revocate, ci si chiede chi debba garantire il loro rispetto.
Fognature, canali, balneabilità delle acque erano tra le famose 5 emergenze su cui si fondava il programma elettorale della lista Paoletti. Emergenze erano e tali sono rimaste.

Non si sa nulla, ad esempio, del V° lotto di Tellaro (dopo il IV° - Via Lawrence, progettato dall’Amm.ne Fresco e realizzato dall’Amm.ne Caluri) che dovrebbe collegare la parte bassa di Tellaro al depuratore di Camisano né se siano stati sostituiti i tratti di condotta usurati su Via Pelosini.

Non si sa nulla degli interventi urgenti su San Terenzo (Via Garibaldi e Via Turini) per evitare rotture e sversamenti sui canali Portiolo e Lizzarella.

Non si sa nulla del collegamento alla rete fognaria di Maralunga (eppure Sindaco e Assessore, mesi fa, avevano rassicurato circa imminenti soluzioni).

Non si sa nulla del collegamento della frazione di Muggiano (eppure la Giunta aveva paventato, molti mesi fa, fantomatici accordi con Fincantieri).

Non risulta essere mai stata ritirata la famosa delibera sulle cosiddette “Case Sparse” nonostante la revoca di detta delibera fosse contenuta nel programma elettorale e nelle linee guida del Sindaco.

Non si parla più di separazione delle acque bianche dalle acque nere.

Insomma poco e niente, se non l’ordinaria manutenzione di Acam, spacciata per qualcosa di sensazionale, è stato fatto.

Senza contare che non si conosce lo stato del Canale Carbognano che, per fortuna, è stato pulito in ogni sua parte circa 3 anni fa.

Serve stipulare un protocollo d’intesa con Acam Acque spa allo scopo di migliorare l’attività di manutenzione e monitoraggio delle condotte nella stagione estiva. Bisogna aumentare le dotazioni di bilancio dedicate che allo stato sono praticamente nulle. Bisogna avanzare formale la richiesta alla Regione Liguria (dello stesso colore politico della Giunta) di finanziamento degli interventi di adeguamento fognario nelle frazioni di Muggiano, Maralunga, Tellaro-Marina (cosiddetto V Lotto) che risultano sprovviste di pubblica fognatura Servono parole chiare sul progetto di messa in sicurezza del Lizzarella, molto sentito dai Santerenzini, per cui era stato affidato alla società Flow-Ing della Spezia uno studio di prefattibilità.
Insomma c’è poco da dire e molto da fare.
In tal senso, nel caso in cui le risposte continuino a mancare, provvederemo, nelle prossime settimane a stimolare le minoranze e presentare atti consiliari ad hoc".

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La capogruppo: "Finalmente Sarzana avrà un nuovo strumento di pianificazione". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
I frequentatori del Centro Riabilitativo psicosociale della Spezia protagonisti di un'originale mostra tra ceramica e bigiotteria, tra legno e pittura. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa