Spilamberti: "La rimozione dei canguri emblema del cambiamento di Sarzana"

L'esponente di Cambiamo! parla di "inversione di tendenza nella gestione della cosa pubblica".

Giovedì, 19 Novembre 2020 19:40
Luca Spilamberti Luca Spilamberti
La rimozione dei canguri, diventati negli anni un triste emblema sarzanese di degrado e spreco di soldi pubblici, rappresenta anche simbolicamente nella gestione della cosa pubblica il cambiamento radicale rispetto al passato. Nati allo scopo di rappresentare una svolta nella gestione dei rifiuti, hanno raccolto e masticato soltanto oltre un miliardo e mezzo dei soldi dei sarzanesi.

La mia generazione è costretta a fare i conti con orrende eredità per Sarzana come queste, che insieme ad altre da film horror come i progetti Botta, hanno aggravato e aggravano ancora in modo spropositato le casse comunali, ingessando fino ad oggi il presente e il futuro di Sarzana e dei sarzanesi. Tornare a riqualificare l'esistente e insieme a riscoprire finalmente il coraggio di pensare dopo decenni ad opere pubbliche davvero utili, grazie a fondi esterni e abbassando al contempo il debito monstre dei sarzanesi, è motivo d’orgoglio per questa amministrazione e per chi ci ha creduto e continua a crederci.

L’inversione di tendenza che sta vivendo Sarzana nella gestione della cosa pubblica, unita finalmente al rispetto dei soldi dei sarzanesi, è da due anni ormai chiara ed evidente.

L'amministrazione Ponzanelli, oltre ad intercettare quasi venti milioni tra fondi regionali e nazionali destinati ad opere pubbliche già inserite all’interno di percorsi amministrativi seri e non favole com’eravamo abituati, sta mostrando che nonostante la fatica di muoversi tra lacci e lacciuoli di un'eredità allucinante il doppio binario riqualificazione/investimento strategico è senza dubbio la strada giusta. Avanti così, nel rispetto del presente e, soprattutto, del futuro dei sarzanesi.


Luca Spilamberti
Cambiamo Sarzana

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Cambiamo con TOTI

"Al momento la base militare spezzina si trova sotto organico di circa 1.000 unità". Leggi tutto
Cambiamo con TOTI
La depuatata di Cambiamo! afferma che se non verrà fatta chiarezza ci sarà una serie di ricorsi. Leggi tutto
Cambiamo con TOTI

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa