"Prima nulla, ora milioni di finanziamenti per Sarzana: finalmente se ne accorge anche il PD"

Cambiamo! fa l'esempio della scuola Poggi - Carducci e chiede ai democratici di sollecitare il Governo sulla questione relativa al ponte di Albiano.

Lunedì, 28 Settembre 2020 18:52
Giacomo Battistini, Coordinatore Comitato Cambiamo! Sarzana Giacomo Battistini, Coordinatore Comitato Cambiamo! Sarzana
Leggiamo con soddisfazione che il PD riconosca per primo e finalmente la straordinaria capacità di questa amministrazione di intercettare fondi dall'esterno, del tutto sconosciuta alle amministrazioni precedenti targate proprio PD.

Basti pensare, ad esempio, alla Poggi-Carducci: se l'atteggiamento dell'amministrazione precedente era di infilare la testa sotto la sabbia e l'unico tentativo di partecipare al bando triennale per l'edilizia scolastica è fallito miseramente facendo capitolare un progetto - molto meno ambizioso di quello attuale - tra quelli non finanziabili, l'amministrazione attuale di Cristina Ponzanelli ha saputo rivoluzionarlo a costo zero per i sarzanesi con un progetto di una scuola nuova pilota per la Liguria e l'Italia ottenendo un finanziamento di oltre 4,5 milioni!

Insomma, col PD Sarzana era zero, oggi vola con milioni di finanziamenti. E non contiamo tutti gli altri, perché il paragone sarebbe ancora più impietoso!

Capiamo che il PD soffra a vedere i continui risultati positivi raggiunti.

Ora, aldilà del fatto che - come ben a conoscenza del PD e dei sarzanesi - l'azione positiva del Sindaco non si limita a questo, comprendiamo che i risultati positivi dell'avversario, a causa dell'agone politico, siano probabilmente difficili da digerire per chi, per anni, avendone le stesse facoltà, ha portato a casa risultati zero sia da fondi regionali che governativi.
Del resto, se fosse bastato star di fronte all'uscio ad attendere "quel che passa il convento" (come sostiene il PD), allora significa che le precedenti amministrazioni si chiudevano in casa sbarrando l'uscio! Qualcosa dobbiamo riconoscere di aver lasciato, quello sì: debiti folli per opere pubbliche abortite come per il progetto Botta.

Sottolineo poi, a vantaggio del PD, che al cittadino da dove provengano i fondi NON INTERESSA! Il cittadino vuole risposte, da dove poi provengano le somme con le quali offrirle - se dalla Regione o dallo Stato, per il cittadino è irrilevante.

Ebbene, confidiamo che il PD sarzanese, uscendo da queste logiche partitiche vetuste e superate, possa andare ad Albiano a chiedere ai cittadini quale sia il loro interesse: se essere nuovamente collegati con il resto del mondo - attraverso fondi europei, regionali, statali, perfino provenienti da Marte - o se essere costretti a continuare ad osservare anche d'autunno il ponte crollato senza che sia spostata una sola pietra. E, già che c'è, suggeriamo al Segretario PD, di esortare i suoi rappresentanti a Roma e nel Governo di muoversi, perché sono trascorsi ormai 6 mesi e di lavori - ad Albiano - non se ne vede l'ombra! Se tra Commissari, sub-commissari e altre figure mitiche il Ministro alle Infrastrutture PD vorrà fare qualcosa, saremo dalle sua parte.

Giacomo Battistini - Coordinatore Comitato Cambiamo! Sarzana

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Cambiamo con TOTI

La depuatata di Cambiamo! afferma che se non verrà fatta chiarezza ci sarà una serie di ricorsi. Leggi tutto
Cambiamo con TOTI
L'esponente di Cambiamo! parla di "inversione di tendenza nella gestione della cosa pubblica". Leggi tutto
Cambiamo con TOTI

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa