Battistini (IIC): "Sanità ligure: nessuna soluzione e nuovi problemi irrisolti" In evidenza

"La Sanità è il comparto principale per una Regione, basti pensare che da sola assorbe oltre l'80% delle risorse economiche della Liguria."

Venerdì, 22 Maggio 2020 13:57


Il bilancio è dunque quasi esclusivamente impiegato per la salute e la cura sociale dei nostri concittadini.
Non essere in grado di individuare i problemi, prevenirli, affrontarli e risolverli è oltremodo grave. La Giunta regionale, guidata dal tandem Toti-Viale, non è stata e non è, evidentemente, in grado di amministrare il Servizio Sanitario Regionale con efficacia ed efficienza.

Ci sono troppe questioni rimaste irrisolte. Problemi evidenti, con origini antiche, a cui si prometteva di dare risposta e che invece non hanno fatto altro che aggravarsi, in questi ultimi 5 anni. Poi ci sono le questioni nuove che si sono aperte con questa legislatura e che hanno creato e stanno tuttora creando non pochi guai.
Lo stop definitivo del cantiere per il Nuovo Ospedale del Felettino della Spezia, che avrebbe dovuto esser consegnato il prossimo novembre, e che invece non ha neppure un mattone alla luce del sole. In quella spianata solo terra, polvere e fango.

La scelta di aumentare ancora le spese per i mega-dirigenti sanitari sottraendo risorse importanti al comparto operativo. L'Assessore Viale, nel 2016, ha messo in campo una riforma scellerata che ha portato, in una piccola regione come la nostra, a incrementare ancora le ASL presenti. In controtendenza con il panorama nazionale da 5 aziende sanitarie si passa a 6 e ciò ha significato: un direttore generale, uno sanitario e uno amministrativo in più. A questi, si sono poi aggiunti, i direttori sociosanitari. 6 nuove figure dirigenziali col compito di governare le cure territoriali ma che in realtà, in questa emergenza, sono stati del tutto assenti come del resto poco hanno fatto i direttori sanitari per i comparti ospedalieri. Giova, purtroppo, ricordare che il solo Walter Locatelli percepisce annualmente un compenso stellare di circa 150.000 euro. A.Li.Sa. solo per la quaterna dirigenziale è costata, nel 2018, la bellezza di oltre 500.000 euro. Copione che si ripete per ogni singola ASL ligure. In sostanza: un manipolo di 24 poltrone portano i costi dirigenziali a oltre 3 milioni di euro all'anno.
La mancanza di progettualità della dirigenza sanitaria fa il paio poi con la carenza di posti letto disponibili e di personale.

Chi genera problemi senza mai risolverne uno deve essere messo da parte. Ecco perché, senza farla troppo lunga, ho deciso di rivolgermi direttamente al Ministro Speranza per la vertenza relativa all'internalizzazione dell'appalto OSS. Una discussione iniziata nel 2017 e a cui l'Assessorato non ha dato mai alcuna risposta. Sono quasi 3 anni che quei 158 lavoratori sono in bilico tra lavoro e disoccupazione. È inaccettabile!
Toti e Viale avrebbero dovuto trovare una soluzione e se fossero stati davvero convinti di aver bisogno di un aiuto governativo avrebbero dovuto chiederlo quando a Roma era seduto Salvini al Ministero degli Interni e Giulia Grillo a quello della Salute. Invece il Governo giallo-verde, rimasto in carica fino a circa un anno fa, non è mai stato interpellato.

Oggi ogni scusa è buona per giocare al rimpallo di responsabilità ma noi non ci stiamo perché preferiamo la concretezza alle chiacchiere da campagna elettorale. Per questo con l'aiuto dell'Onorevole Luca Pastorino solleciteremo il Ministro Speranza per superare l'incapacità di Toti e dare una risposta vera ai lavoratori e alle loro famiglie.

Francesco Battistini
Consigliere regionale
Italia in comune/Linea Condivisa

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Alessio Boi- Il probabile primo caso nella regione dopo Natale. Presenze di anticorpi già nella prima metà di Gennaio. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Tra Rocchetta di Vara ed il Castellaro di Zignago con Mangia Trekking nella Fase 2 Covid-19 Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa