Centrale Enel, Italia Viva: "Da Peracchini solo fumo negli occhi" In evidenza

I renziani spezzini attaccano: "Stop al carbone già raggiunto con Federici".

Giovedì, 31 Ottobre 2019 16:10

"L'obiettivo del no al carbone era un traguardo già raggiunto dalla precedente Amministrazione, che prevedeva entro tale data anche la dismissione totale della Centrale, la bonifica dell'area a cura e spese di Enel e la nuova destinazione della stessa prevalentemente orientata sulla green economy.

Ora l'obiettivo decantato dal Sindaco Peracchini sembra l'ennesimo fumo negli occhi per i cittadini che si aspettavano ben altro dopo decenni che quel fumo lo hanno respirato.

Il comunicato del Sindaco non fa altro che confermare la strategia di Enel e la conversione della centrale a turbogas, questione chiaramente avversata dalla città intera.

Insomma pare che il Sindaco non abbia trovato nessun accordo favorevole per la Città. Italia Viva ribadisce il suo secco no alla centrale anche a turbogas e ne richiede la sua dismissione con contestuale bonifica dell'area a cura e spese di Enel.

La Città della Spezia lo vuole, lo pretende e con forza faremo valere questo obiettivo nelle opportune sedi governative visto che il potere contrattuale del Sindaco è risultato veramente avvilente. Una Città ed una Provincia più pulite sono un nostro diritto ed il Piano Energetico Nazionale non può e non deve non tenerne conto. Italia Viva è e sarà sempre dalla parte dei cittadini".

Italia Viva La Spezia

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa