Eretta: "Stiamo diventando noi i ghettizzati, cittadini di serie B" In evidenza

La provocazione del vice sindaco Eretta.

Lunedì, 19 Agosto 2019 10:01

Il vice Sindaco Sarzana, Costantino Eretta, lancia tramite facebook la provocazione: "I discriminati, i ghettizzati, i cittadini di serie B stiamo diventando noi, colpevoli di credere in un Paese migliore guidato da Salvini. Non siamo più liberi di manifestare senza che la polizia ci scorti, perché quattro facinorosi si credono di giocare alla resistenza. Un pasticcere non può fare una torta per la Lega altrimenti i “democratici” non vanno più da lui a comprare o far colazione. Siamo alla follia. Ma facciano pure. Noi non ci facciamo intimorire. Chiediamo solo una cosa: regole uguali per tutti e rispetto degli italiani.

Se vieni in questo paese non puoi fare quello che vuoi, non puoi violentare o tagliare a pezzi la gente.
Se vuoi una casa popolare non devi avere proprietà immobiliari all’estero, proprio come tutti gli altri (italiani e non) che già sono qua.
Se spacci morte ai nostri figli, vai fuori dall’Italia. E se percepisci un sussidio, via il sussidio. È fascismo? È razzismo? No, si chiama buonsenso. Grazie Matteo Salvini! Per un’Italia del buonsenso non smetteremo mai di lottare".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Ci sarebbe l'impegno per lo stop al carbone quanto prima e si può riaprire la partita sul turbogas. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa