Mori: "Per la prima volta l'AIA nel 2013 ha posto vincoli ad Enel" In evidenza

L'esponente PD appoggia le affermazioni di Orlando e sostiene che il destino dell'area di Vallegrande è cruciale per tutta la provincia.

Venerdì, 19 Luglio 2019 18:42


Concordo in pieno e condivido quanto affermato dall’onorevole. Andrea Orlando riguardo l' A.I.A della centrale Enel del 2013. Dichiarazioni fatte rispondendo alle ingiuste osservazioni fatte, a mio modesto parere, dal sig Daniele Albano.
Lo posso tranquillamente affermare in quanto partecipai all‘incontro dell'A.I.A (presso il ministero dell’ambiente) in quanto all’epoca assessore al patrimonio del comune di Arcola , incontro a cui fra gli altri parteciparono l’allora sindaco della Spezia Massimo Federici e l’allora Presidente della Provincia Marino Fiasella.

Va ricordato che proprio durante quell’incontro furono compiuti tutti i passi che hanno portato all’abbandono del carbone da parte della centrale Enel di La Spezia. E a programmare la chiusura della centrale nel 2021.
Ed è sacrosanto quando Andrea Orlando dice: “se l’A.I.A. non fosse stata rilasciata nel 2013 , e non fossero per la prima volta messi dei vincoli, l'Enel avrebbe continuato a bruciare carbone in deroga".

L’A.I.A del 2013 fu un lavoro fatto in sinergia fra il comune di La Spezia e il comune di Arcola (i due comuni dove è collocata la centrale) e la provincia della spezia.
Fu proprio in quell’occasione che si diede voce alla volontà dei cittadini di cambiare registro e di porre all’Enel delle condizioni chiare e irremovibili per il rilascio dell ‘A.I.A stessa.

Oggi mi permetto di dire che siamo a un punto di svolta, dopo il carbone dobbiamo dire un secco no alla riconversione a gas della centrale, bisogna avere il coraggio e la capacità’di guardare oltre e di ridisegnare un futuro per l’area della centrale che grazie alla posizione, alle infrastrutture e alla vicinanza al porto ha pochi eguali in tutto il territorio nazionale.
Bisogna ridisegnare un futuro per quelle aree che tenga presente sia l’aspetto del lavoro, sia l’aspetto ambientale.

Siamo a un punto di svolta da cui non si può tornare indietro , Bisogna avere ben presente che dalla riconversione delle aree della centrale può ripartire lo sviluppo economico di tutta la provincia.

 

Giuseppe Mori
Membro direzione provinciale pd

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Partito Democratico

L'intervento del Coordinamento Provinciale Pd La Spezia Leggi tutto
Partito Democratico
Bianchini e Ricci attaccano in silenzio la giunta Ponzanelli. Leggi tutto
Partito Democratico

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa