Con Cavanna inizia "Monterosso, un mare di libri" In evidenza

L'autore parlerà del suo romanzo "Ma forse un dio”.

Martedì, 03 Luglio 2018 10:37

 

Giovedì 5 luglio prende l’avvio la rassegna “Monterosso: un mare di libri” nello splendido scenario del Molo dei Pescatori. Alle ore 21,30 verrà presentato il libro di Alberto Cavanna “Ma forse un dio”, Cairo editore. Con l’autore interviene Alessandro Lana. Letture a cura di Cecilia Malatesta e Chiara De Carolis.

Il romanzo di Cavanna è ambientato nel 1933, XI anno dell'era fascista, nel golfo spezzino.
Ettore Sbarra, figlio di contadini analfabeti della Lunigiana, è un Balilla. Anna Della Seta, figlia di ebrei emiliani trasferiti alla Spezia per lavorare alle fabbriche d'armi, una Piccola Italiana. Quello in cui crescono i due ragazzi è il Paese del consenso, dell'opprimente indottrinamento, della retorica roboante, delle leggi razziali e della corsa folle verso il conflitto. Quando scoppia la guerra, Ettore si arruola con entusiasmo nella Milizia e parte volontario, mentre Anna vive la dura lotta contro la perdita di dignità della sua gente, tra i bombardamenti e la discriminazione che giorno dopo giorno si stringe come un cappio attorno ai suoi cari. I loro destini si sfiorano un istante dopo l'8 settembre, ma vengono scaraventati lontano dal precipitare degli eventi: la guerra per Ettore, che entra nella Decima Mas, e la deportazione ad Auschwitz per Anna. Le loro vite si toccano di nuovo nel '46, nel porto della Spezia, quando l'Apocalisse è ormai compiuta, entrambi in attesa di andare lontano, inseguiti da un passato da dimenticare. Exodus, come l'Esodo biblico, è il nome dell'operazione che porterà verso un nuovo inizio gli scampati alla furia nazista. La città ligure, passata alla storia come la Porta di Sion, è il suo centro nevralgico. Sono tante le navi che partiranno alla volta della Terra Promessa. Ed è una sorta di giudizio universale, per chi sale e chi rimane a terra, ciascuno con i propri fantasmi e i gesti compiuti da perdonarsi. Perché il Male, per quanto grande, può essere attraversato, lasciato alle spalle. Come il mare.

Dopo Cavanna, il programma per l’estate 2018 di “Monterosso: un mare di libri” prevede una serie di incontri con i maggiori scrittori di narrativa e saggistica sino al 10 settembre, ogni giovedì alle ore 21,30 da tenersi sul Molo dei pescatori oppure in Piazza Garibaldi in caso di mare mosso.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

All'interno della busta una sostanza la cui natura è al vaglio degli inquirenti. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Non ce l'hanno fatta una donna di soli 67 anni ed un uomo di 88. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa