“Lerici Diving Festival”, tutto pronto per l'edizione “zero” In evidenza

Promosso dalle associazioni “5 Terre Academy” e “La Tribù Diving Academy”, si svolgerà dal 22 al 24 aprile nel suggestivo scenario del Castello di San Terenzo.

Mercoledì, 19 Aprile 2017 09:13

"Finalmente anche nel Golfo dei Poeti, dove è nata la subacquea, il primo appuntamento a 360 gradi dedicato all’immersione con e senza bombole" - spiega Leonardo D'Imporzano, uno degli organizzatori della rassegna - "La sinergia sviluppata tra le associazioni e le professionalità del territorio ha saputo creare un evento che guarda già all'anno prossimo".

Una tre giorni di prove e test materiali, con la collaborazione della Mares, e di immersioni che si svolgeranno dalla Grotta Byron all’isola del Tino, sotto la supervisione della DAN Europe che sarà presente con il suo Safety LAB per raccogliere importanti dati dai profili di immersioni dei subacquei. Ma anche un ciclo di conferenze che si svolgerà all'interno del Castello di San Terenzo: Cesare Balzi, il noto sub della IANTD, parlerà di “Relitti mercantili perduti tra Levanto e l’isola del Tino”; il comandante Modugno del Gruppo Operativo Subacquei di Comsubin relazionerà sulle attività dei palombari di ieri, oggi e domani, mentre la DAN Europe porterà la propria esperienza con due conferenze dal titolo: “Incidenti sub: analisi e statistiche DAN su cause, errori più frequenti e consigli su come evitarli” e “Analisi dei profili d’immersione: la valutazione del rischio decompressivo".

Appuntamento quindi al "covo" della Tribù, sotto il Castello di San Terenzo.

Maggiori informazioni sulle pagine facebook di "La Tribù Diving Academy" e "5 Terre Academy".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

L’alluvione di ieri ha alzato il livello del fiume Magra che ha trascinato via l’ultimo mezzo rimasto sul ponte crollato di Albiano. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa