Oggi è San Pietro, attenzione a entrare in mare In evidenza

di Doris Fresco- "Mia de nó bôlàte che l'è San Pietro e Paolo": una tradizione tutta ligure e il vecchio detto di non fare il bagno il 29 giugno. 

Lunedì, 29 Giugno 2020 14:54

 Oggi, 29 giugno, è dedicato ai santi Pietro e Paolo, in tutta la Liguria generazioni e generazioni sono cresciute con le raccomandazioni dei nonni che avvisavano di stare attenti:buttandosi in mare si corre il rischio di fare una brutta fine. 

Per saperne di più abbiamo chiesto a Bernardo Ratti, presidente della Società Marittima di Mutuo Soccorso di Lerici e conoscitore di tradizioni e detti che affondano le radici lontano nel tempo: "Nonostante si sappia siano piccole 'paure' paesane delle nonne, ancora oggi, chi è cresciuto in Liguria probabilmente avrà un po' di apprensione prima di entrare in mare. 'Mia de nó bôlàte che l'è San Pietro e Paolo' era il detto che ci veniva ripetuto di anno in anno e che ogni ligure conosce".
La spiegazione è semplice: "San Pietro, in quanto pescatore, ogni tanto 'pescava' nel giorno a lui dedicato anche qualche sventurato. Ripetere questo detto era ovviamente più una tradizione che una superstizione, ma come si dice... non si sa mai, così, fin da bambini, siamo stati abituati a non andare al largo il 29 giugno"

Sicuramente, fino a non molti anni fa, il 29 giugno era davvero una data molto importante: in molti paesi era proprio la data di inizio dell'estate, perchè le scuole chiudevano proprio a fine mese. "A Lerici era un giorno importante, i falò infatti venivano fatti sia per San Giovanni (tutto il Golfo ne era illuminato) ma anche per San Pietro e Paolo. Era un'occasione per bruciare qualche barca vecchia in punta al Molo".

Come ogni detto e tradizione, forse anche il mostrare maggior timore e rispetto al mare proprio il 29 giugno ha delle fondamenta legate a qualcosa di molto serio? "Io non credo- spiega Ratti- E' sempre stato un modo di dire molto caratteristico, ma niente di più".

Certo, il fatto che le scuole chiudessero proprio in questo periodo e che la stagione estiva iniziasse alla fine giugno per molti, potrebbe essere una possibile spiegazione: molti proprio negli ultimi giorni di giugno facevano il primo bagno, forse il primo in assoluto, quindi è possibile che gli incidenti in mare avessero un incremento proprio nel giorno dedicato a San Pietro.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La nota di alcuni residenti, pendolari e operatori economici delle Cinque Terre ricorrenti al Tar. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
La nota del Gruppo Primavera Borghettina: "Ennesimo disagio arrecato da un'amministrazione negligente e superficiale". Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa