Giornate Europee del Patrimonio: i musei della Spezia aderiscono con una tariffa speciale In evidenza

21 e 22 settembre; sabato evento congiunto in collaborazione con il Conservatorio “G. Puccini”

Mercoledì, 18 Settembre 2019 13:46

Sabato 21 e domenica 22 settembre tornano, nei musei e nei luoghi della cultura di tutta Italia, le Giornate Europee del Patrimonio (GEP 2019), promosse dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con tema “Un due tre... Arte! - Cultura e intrattenimento”.

La rete museale spezzina (CAMeC, Museo Archeologico del Castello di San Giorgio, Museo Civico ‘A. Lia’, Museo Etnografico, Museo del Sigillo, Palazzina delle Arti) propone un biglietto cumulativo valido per le due giornate, al costo di 8 euro: si tratta di una variante della Summercard, formula offerta ai visitatori dell’estate, che appunto fino al 22 settembre potranno usufruire di una vantaggiosa tariffa cumulativa. Inoltre, nel pomeriggio di sabato 21, dalle 15 alle 18, in collaborazione con il Conservatorio “G. Puccini” della Spezia, una performance musicale itinerante, eseguita dal Duo chitarristico Jacopo Perlini e Martina Ferrari, attraverserà tutti i musei della città, partendo dal Museo Archeologico del Castello di San Giorgio alle 15, spostandosi alle 16 alla Palazzina delle Arti e Museo del Sigillo, alle 16.30 al Museo Lia, alle 17 al Museo Etnografico, per terminare al CAMeC, Centro arte Moderna e Contemporanea, alle 17.30.

“Anche La Spezia partecipa e aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio al fine di promuovere la cultura e avvicinare sempre di più i cittadini all’arte ed ai luoghi che la conservano – dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini – Per promuovere i nostri tesori e far vivere i nostri musei in queste due giornate abbiamo adottato una bigliettazione agevolata e arricchito la nostra offerta con un’importante collaborazione con il Conservatorio Puccini, fiore all’occhiello della nostra città. Lo scopo non è soltanto quello di incoraggiare i cittadini a vivere i nostri musei ma anche di vitalizzare i luoghi dell’arte con spettacoli musicali itineranti che attraverseranno tutto il percorso museale spezzino, accompagnando i visitatori in un connubio perfetto fra arte e musica. Ringrazio pertanto gli uffici della cultura per tutto il loro lavoro e il direttore del Conservatorio Rovini per aver aderito, con i suoi talentuosi studenti, a questa preziosa sinergia”

“Il Conservatorio Puccini ha sempre tenuto ad essere fortemente presente sul territorio non solo come Istituto Formativo di Livello Universitario e di Alta Cultura, ma anche ed in particolare puntando con decisione a dare il proprio contributo all’arricchimento della vita culturale della nostra città: tengo anzi a definirla una delle sue “mission” primarie. Spiega il Direttore Federico Rovini.
L’attenzione che ci è stata riconosciuta per questo evento così importante e che sempre ci viene dimostrata dal Dott. Marmori e dall’Amministrazione Comunale e Provinciale nella persona del Sindaco Peracchini, che colgo l’occasione per ringraziare con riconoscenza, ci onora e non può che trovarci in prima linea, pieni di entusiasmo, nel mettere in campo, anche per questa occasione, il talento di alcuni dei nostri migliori studenti”.

Jacopo Perlini e Martina Ferrari sono i due talentuosi interpreti che il pubblico è invitato a seguire nel pomeriggio di sabato. Jacopo Perlini, viareggino classe 1989, inizia gli studi musicali con Daniele D’Alessandro, nel 2004 accede alla classe di chitarra del Conservatorio “G. Puccini” della Spezia studiando con Luigi Biscaldi e Fabio Renato d’Ettorre. Si diploma a pieni voti nel 2012, nel 2015 ottiene la laurea in didattica dello strumento. Frequentati diversi corsi di perfezionamento con Angelo Gilardino, Bruno Giuffredi, Andrea Dieci, Lorenzo Micheli, Aniello Desiderio e Zoran Dukić, è vincitore di numerosi premi in concorsi internazionali, tra i quali il primo premio al concorso Riviera della Versilia e primo assoluto nel premio Città di Sarzana. Tiene concerti in rassegne festival dedicati alle sei corde, nelle stagioni concertistiche di molte città del nord Italia, sia in veste di solista sia in formazioni chitarristiche. È membro del quartetto “Dalla Vecchia” con il quale ha eseguito la prima integrale di Cassiopeia del compositore padovano Wolfango Dalla Vecchia. Dal 2015 si occupa della valorizzazione degli strumenti del primo Ottocento organizzando conferenze-concerto e promuovendo progetti di conservazione e restauro di due opere di Gennaro Fabricatore; contemporaneamente è membro del collettivo Session ‘900 che diffonde nella regione Toscana la musica contemporanea. Si esibisce regolarmente in duo con Martina Ferrari, assieme alla quale ha recentemente realizzato uno spettacolo visual-musicale su Platero y yo di Mario Castelnuovo-Tedesco in collaborazione col Conservatorio “G. Puccini” della Spezia; per la casa editrice Sinfonica ha appena inciso un brano del compositore Marco Gammanossi. Oltre all’attività di divulgazione del repertorio storico e contemporaneo della chitarra svolge da molti anni attività di ricerca didattica presso la Società Italiana di Educazione Musicale ed è docente di strumento nella scuola secondaria di I grado.

Martina Ferrari ha iniziato lo studio della chitarra classica presso la Scuola comunale di musica di Massa con il M° Simona Costantino e nel 2015 ha conseguito con il massimo dei voti il triennio di primo livello presso il Conservatorio “G.Puccini” della Spezia sotto la guida del M° Fabio Renato d’Ettorre. Ha frequentato corsi di perfezionamento con i chitarristi Andrea Dieci, Fabrizio Giudice, Nicola Jappelli, Luigi Puddu, il duo Masini-Costantino e Christian Lavernier e ha ottenuto alcuni premi in concorsi internazionali. Nel 2015 ha seguito il corso di giornalismo musicale Parola all’ascolto tramite il quale ha potuto collaborare con il Festival Internazionale W.A. Mozart di Rovereto e nel 2016 ha conseguito la laurea magistrale in Filosofia e forme del Sapere presso l’Università di Pisa con una tesi sulla fenomenologia della musica. Attualmente frequenta l’ultimo anno del biennio di II livello di chitarra presso il Conservatorio di La Spezia studiando con il M° Stefano Brondi.

La sua attività musicale è rivolta in modo particolare alla divulgazione del repertorio originale del primo Novecento e contemporaneo per chitarra sola e musica da camera con chitarra. Negli ultimi anni ha tenuto concerti con varie formazioni di musica da camera (soprano e chitarra, trio di chitarre, chitarra e pianoforte, ensemble di musica contemporanea, duo di chitarre insieme al chitarrista Jacopo Perlini) e ha fatto parte di Session ‘900, un gruppo di musicisti toscani impegnato nell’esecuzione e nella valorizzazione dei vari linguaggi musicali del secolo scorso. Nel 2019 ha collaborato alla realizzazione dello spettacolo Platero y yo per soprano, chitarra e inkwash, eseguita in diverse occasioni dalla classe di chitarra del Conservatorio della Spezia.

È docente di chitarra classica presso l’Accademia Bianchi di Sarzana, svolge attività didattica presso le scuole secondarie di I grado della provincia della Spezia e collabora attivamente con le associazioni del territorio organizzando iniziative per la promozione e la diffusione della cultura musicale. Oltre all’attività didattica continua a svolgere attività di ricerca su alcuni temi di filosofia della musica in vista di giornate di studio e pubblicazioni.

INFO
Ingresso: biglietto ordinario per ogni museo; biglietto cumulativo speciale valido per le due giornate (21 e 22 settembre) 8 euro

CAMeC: p.zza Cesare Battisti 1, La Spezia | +390187727530 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | http://camec.museilaspezia.it | facebook museo.camec

Museo Archeologico Castello di San Giorgio: via XXVII Marzo, La Spezia | +390187751142 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | http://museodelcastello.spezianet.it | facebook Museo-del-Castello-San-Giorgio

Museo Etnografico “Giovanni Podenzana”: via del Prione 156, La Spezia | +390187727781 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | http://etnografico.museilaspezia.it | facebook Museo-Etnografico-Giovanni-Podenzana-La-Spezia

Museo Civico “Amedeo Lia”: via del Prione 234, La Spezia | +390187731100 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | www.museolia.it | facebook museoamedeolia

Museo del Sigillo: via del prione 236, La Spezia | +390187778544 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | facebook Museo-del-Sigillo

Palazzina delle Arti: via del Prione 234, La Spezia | +390187778544 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | http://palazzinadellearti.museilaspezia.it/ | facebook LaSpeziaPalazzinadelleArti

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Comune della Spezia

Piazza Europa, 1
19100 La Spezia

Tel. 0187 727 456 / 0187 727 457 / 0187 727 459
Fax 0187 727 458

www.comune.laspezia.it/

Ultimi da Comune della Spezia

La nota del Comune sul progetto di riqualificazione della piazza. Leggi tutto
Comune della Spezia
Sostegno economico a enti e associazioni per l'organizzazione di iniziative in autunno e inverno. Leggi tutto
Comune della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa