Inaugurata la statua dedicata a Richard Wagner: “Il filo rosso che ci lega a Bayreuth” In evidenza

Oggi il sindaco ha “svelato” l’opera donata dallo scultore russo Aidyn Zeinalov.

Venerdì, 15 Marzo 2019 16:36

Dopo la celebrazione del ventennale del gemellaggio tra La Spezia e Bayreuth il sindaco ha “svelato” la donazione dell’artista Aidyn Zeinalov (autore della Sirenetta del Golfo posta in Passeggiata Morin) alla città, una scultura in onore di Richard Wagner, noto compositore e cittadino di Bayreuth, sita nell’area prospiciente a Piazza S.Agostino, tra Via Sforza e la Salita al Castello di San Giorgio.

“Questa è una grandissima opera d’arte e una sua gemella verrà posata anche a Bayreuth tra qualche settimana – ha ricordato il sindaco Pierluigi Peracchini – Aidyn è un artista che, come Wagner quando nel 1853 è venuto nella nostra città, ha trovato dentro di sé l’ispirazione. Wagner è un filo rosso che ci lega a Bayreuth”.

L’importanza di questo gemellaggio l’ha ricordata anche il console russo Marat Pavlov: “In questi legami culturali si è intromesso il nostro artista russo Aidyn Pavlov, in una sorte di triangolazione, dietro ci vedo un simbolismo molto attraente. Tra l’Italia, la Germania e la Russia esiste da sempre un sentimento di amicizia e cooperazione che si è materializzata in questa opera”.

“Il caso è capace di creare delle alchimie al punto di portare l’uomo a convincersi che a dominare tutto c’è un disegno divino la cui grandiosità trova nell’opera dell’uomo la sua declinazione – ha esordito l’assessore ai gemellaggi Paolo Asti – L’arte è la continua ricerca di una forma espressiva capace di raggiungere un valore universale che non può che rimandare all’ultraterreno. E’ proprio per questo che qualche mese fa mi ritrovai a parlare con Aidyn e gli chiesi di realizzare un’opera con cui ricordare il soggiorno del compositore tedesco alla Spezia”.

"Desidero ringraziare il sindaco e Paolo Asti, è grazie alla sua idea se siamo arrivati a questo risultato - ha affermato l'artista Aidyn Zeinalov - Tutto è iniziato con un bellissimo pranzo a Porto Venere. Ringrazio il destino, forse anche Dio, oggi più che mai capisco che l'arte unisce tutte le arti, sono quì per volere del destino e sono contento di presentare la mia opera".

Dopo la declamazione di Fabio Ferrari della sua poesia "Locanda Universo", il sindaco Pierluigi Peracchini ha svelato l'opera di Aydin.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Sabato 30 marzo la “5 Terre Junior Cup” per i bambini, domenica 31 la gara vera e propria. In campo anche la Croce Rossa per la sicurezza dell’evento. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Le diverse tipologie e qualche utile consiglio per orientarsi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa