"Non si deve parlare solo di cattiva sanità, anche la buona sanità c'è e si deve sapere" In evidenza

La lettera di ringraziamento ai reparti di Nefrologia/Dialisi e Rianimazione dell’Ospedale S.Andrea della Spezia di un paziente salvato.

Martedì, 13 Marzo 2018 12:27


Troppo spesso è la cattiva sanità a fare notizia, mentre quando le cure e l’assistenza sono all’eccellenza sembra che tutto sia semplicemente dovuto.

 

All’inizio del mese di novembre una rara malattia, subdola e allo stesso tempo aggressiva, ha sconvolto la mia vita di cinquantenne, che dal pieno benessere si è trovato a lottare tra la vita e la morte nel reparto di rianimazione dell’ospedale S. Andrea della Spezia.
Grazie alle cure sapienti di tutta l’équipe, medici ed infermieri, con particolare riferimento al Dr. Derchi, raro esempio di professionalità ed umanità, e al dott Rolla, del reparto di Nefrologia e Dialisi, oggi sto bene ed ho potuto riabbracciare tutti i miei famigliari.
Al risveglio dal coma farmacologico ho detto: “Appena sto meglio voglio andare al giornale per ringraziare chi mi ha salvato!”

Enzo

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

E' stato soccorso dal CNSAS e dai Vigili del Fuoco e trasportato al Pronto Soccorso dalla Pubblica Assistenza. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il Consigliere regionale sottolinea come nulla sia cambiato rispetto alle scelte della giunta sarzanese precedente. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa