Cinque Terre, controlli serrati dei carabinieri In evidenza

5mila euro di multa per un venditore ambulante e 4 immigrati trovati senza documenti.

Lunedì, 10 Aprile 2017 22:16

A Monterosso i Carabinieri, nel corso di una pianificata attività finalizzata al contrasto del commercio abusivo, hanno sottoposto a controllo un 37enne, nato in Marocco, venditore ambulante, regolare sul territorio italiano.
L'uomo è stato multato, per un importo di 5mila euro, poiché sorpreso a vendere teli mare su area pubblica, senza la prescritta autorizzazione.

A Riomaggiore gli uomini dell'arma hanno denunciato per violazione delle norme sull'immigrazione, perchè trovati privi di documenti identità e permesso di soggiorno, tre minori: un marocchino 16enne, un 15enne originario del Kosovo ed un albanese di 14 anni, tutti residenti alla Spezia.
Gli ultimi due, sottoposti a rilievi fotodattiloscopici, sono stati segnalati alla Procura per i minorenni di Genova per falsa attestazione sull’identità poiché, per eludere l’accertamento, hanno dichiarato false generalità. I minori sono stati affidati ai genitori.

Sempre a Riomaggiore è stato deferito un 33enne marocchino, in Italia senza fissa dimora, sorpreso in evidente stato di ubriachezza privo di documenti di identità e soggiorno. L'uomo è risultato colpito da decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Parma e da ordine del Questore di allontanamento dal territorio nazionale, risalenti al 24 febbraio 2016.
L'uomo deve rispondere di: inottemperanza ad ordine di espulsione, inottemperanza all'esibizione del permesso di soggiorno o di altro documento attestante la regolare presenza nel territorio dello stato e di ubriachezza.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"La cultura è ben più di un sacrificabile passatempo." Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il rifornimento di LNG su Costa Smeralda ha visto la collaborazione di Guardia Costiera, Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, autorità e operatori locali, Shell e Gruppo Costa. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa