Qualità dell'assistenza nella sanità privata: evento congiunto ASL 5/IPASVI SP In evidenza

di Francesco Falli - I temi della qualità delle cure erogate nella Sanità privata del nostro territorio sono stati dibattuti, questa mattina, in un incontro riservato ai professionisti sanitari che agiscono nel settore, e che si è svolto in Sala Dante.

Sabato, 01 Ottobre 2016 12:33

L'evento, accreditato nel sistema nazionale ECM (educazione continua in medicina) con 5 crediti formativi per tutte le professioni sanitarie, ha visto la inedita collaborazione organizzativa di due istituzioni che hanno molti punti di contatto: l'ASL 5 spezzina, attraverso i tre Distretti 17-18-19, ed il Collegio Infermieri IPASVI della Spezia.

I due riferimenti per i due Enti sono stati la dottoressa Maria Elena Cavallo, direttore della struttura gestione residenzialità ASL 5, e Gian Luca Ottomanelli, Vice
In particolare, per IPASVI la Spezia l'evento è stato proposto dalla Consulta sanità privata, nata a fine 2015, che ha già percorso più tappe di analisi e di conseguente sviluppo delle conoscenze necessarie, insieme a quei professionisti che lavorano nel settore.
Importanti i temi emersi: molti posti letto per acuti, ad esempio, sono oggi gestiti dalle strutture di Sanità privata convenzionata, e questo certamente alleggerisce di molto l'impatto sulle strutture ospedaliere della nostra ASL.

Fra i relatori, Maria Elena Cavallo, Floriana Vettori, Valentina Svichkar, Maria Longhini, Pinuccia Branca, Francesco Falli, Noemi Riolo, Natali Rochon, G.LUca Ottomanelli e Antonello Colameo, Gabriella Tinfena, CLaudia Di Bernardo, Silvia Boni e Karine Marioni.

Temi affrontati molti e complessi, ma certamente attualissimi: dalle infezioni alle cadute, dalla riabilitazione agli aspetti sociali; dalle questioni di sicurezza a quelle normative.
Come è emerso nel corso dei lavori e del dibattito, la Sanità privata spezzina è un punto di forza del sistema salute locale perchè ha certamente fatto nel tempo un percorso importante: sono tante le strutture coinvolte e tanti i professionisti sanitari che vi agiscono, percorrendo una formazione costante e con reale attenzione a parecchi aspetti,come- ad esempio- al fenomeno del burn out.
Come ha ricordato nel dibattito il Dr Francesco Tani (già Presidente Ordine dei Medici) questo fenomeno può essere controllato con analisi e interventi mirati.

La intera giornata è stata, senza dubbio, un percorso di crescita comune, ed ha permesso di migliorare il non sempre scontato rapporto fra due mondi oggi molto in contatto,molto prossimi, entrambi necessari alle famiglie e all'utenza:la Sanità pubblica e la Sanità privata.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(3 Voti)
OPI Ordine Infermieri La Spezia

Via Paolo Emilio Taviani, 52
19125 La Spezia

Tel. 0187/575177

Email: segreteria@opi.laspezia.it

 

 

Ultimi da OPI Ordine Infermieri La Spezia

"In Italia 40 colleghi sono deceduti e molti si sono ammalati anche nella nostra realtà locale". Leggi tutto
OPI Ordine Infermieri La Spezia
L'Ordine delle professioni infermieristiche ha cercato di dare un aiuto concreto fin dall'inizio dell'emergenza. Leggi tutto
OPI Ordine Infermieri La Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa