Fognature e depuratore: Spezia sta migliorando ma il percorso è appena iniziato In evidenza

di Luca Vaccaro - Un incontro tra le istituzioni, i cittadini e i ragazzi delle scuole per parlare del futuro ecosostenibile della nostra città.

Venerdì, 26 Novembre 2021 20:01

 

“Stiamo rendendo sempre più green la nostra città e non ci fermeremo”, potrebbe essere questo il motto riassuntivo del terzo incontro del ciclo di conferenze “La Spezia Green” che si è tenuto questa mattina presso la biblioteca civica Beghi della Spezia. Riunione alla quale sono intervenuti anche il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, l'assessore comunale Kristopher Casati e quello regionale Giacomo Raul Giampedrone.

Nel corso dell'incontro si è discusso di tante delicate tematiche ambientali che riguardano La Spezia, con particolare riferimento al nuovo depuratore e alla rete fognaria che viene ritenuta dall’attuale amministrazione "un’operazione necessaria e doverosa per la salvaguardia del nostro mare".

Il sindaco Pierluigi Peracchini ha affermato: ”Quando ci siamo insediati, il nostro mare era sporco, quella delle reti fognarie era una bugia e in moltissime zone lo scarico avveniva direttamente in mare. Con l’aggregazione di Acam in Iren ci sono stati e ci saranno investimenti importanti per programmare una rivoluzione che faccia si che il nostro mare non sia inquinato, ma sia vivo e pulito. Anche il nuovo depuratore sarà una rivoluzione green che ci aiuterà a migliorare la qualità della vita”.

L’assessore Kristopher Casati invece ha sottolineato: ”Investimenti importanti, addirittura 75 milioni di euro per avere tutte le fognature necessarie che raggiungeranno il depuratore e non scaricheranno più in mare. Di questi 75 milioni, 28 riguarderanno solamente il rifacimento del depuratore degli Stagnoni che sarà realizzato entro il 2024 e sarà un impianto efficiente.
Dalle prossime settimane saremo nelle zone interessate dal nuovo sistema fognario per illustrare ai cittadini il corretto modo e utilizzo delle fognature, quindi di conseguenza il corretto allaccio fognario”.

Infine è intervenuto l’assessore regionale all’ambiente, Giacomo Raul Giampedrone: ”Registriamo il miglioramento della qualità dell’aria, con i parametri di biossido di azoto, ad esempio, che sono rientrati nella norma; lo stesso possiamo dire sull’acqua, che è sinonimo di qualità delle nostre coste e di conseguenza del nostro turismo. Il Comune della Spezia è un modello da seguire, su cui la regione sta investendo tanto insieme, ovviamente, a tutte le istituzioni locali”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra- Aquile senza capitan Maggiore assente per squalifica, nella Samp esordio in panchina per Giampaolo che ha detto "no" allo Spezia Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa