Peracchini: “Il Covid non può anestetizzare la memoria, combattiamo il virus dell’indifferenza” In evidenza

Per la prima volta il consiglio comunale straordinario dedicato al Giorno della Memoria si è svolto online. Guerri: “Custodiamo saldamente la memoria di ciò che è stato”.

Mercoledì, 27 Gennaio 2021 16:16

Un Giorno della Memoria sui generis quello di quest’anno. Per la prima volta infatti le celebrazioni del 27 gennaio per ricordare le vittime dell'Olocausto, che ogni anno alla Spezia si svolgono in sala Dante, si sono tenute in streaming, con docenti e studenti degli istituti superiori spezzini collegati online.

“La barbarie che ha tragicamente segnato l’Europa”, come l’ha definita in apertura il presidente del consiglio comunale Giulio Guerri, è stata ricordata dagli studenti con elaborati, poesie, sculture, canzoni e intermezzi musicali. I vincitori della borsa di studio “Franco Cetrelli-Adriani Revere” sono stati le studentesse del liceo classico Costa Gaia Bertoni e Maria Iside Fiore e lo studente del Capellini-Sauro Alessio Romagnoli.

“Custodire saldamente la coscienza di quei fatti vale come monito per tutti noi – ha aggiunto Guerri – Ed ecco quindi l’importanza imprescindibile della memoria e del suo esercizio critico, costruttivo e prospettico”.

Il sindaco Pierluigi Peracchini si è soffermato invece sulla particolarità delle celebrazioni di quest’anno, ricordando anche l’assenza degli studenti, per via delle norme anti-contagio, alla commemorazione al monumento dei Caduti e al cippo dedicato alla memoria dei deportati politici.

“La distanza fisica non può essere il primo passo verso una distanza morale dalla Giornata della Memoria: le istituzioni devono essere sempre presenti e non arretrare di un millimetro – ha detto Peracchini – Non possiamo lasciare che il Covid anestetizzi la memoria e le coscienze, sgretolando le fondamenta della nostra democrazia, perché un altro virus può aggirarsi nuovamente per l’Europa, le cui conseguenze sono state devastanti nel Novecento, ed è quello dell’indifferenza. E la memoria, come ci insegna Liliana Segre, a cui questo consiglio comunale si onora di aver dato la cittadinanza onoraria e il premio della città di Exodus, è il suo miglior vaccino”.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Massimo Guerra- Dopo il Parma al Picco domani sera la Juve e sabato il Benevento. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa