Riparte la movida, i controlli della Polizia di Stato danno esito positivo In evidenza

Massima attenzione è stata rivolta alla prevenzione degli assembramenti che, in un’ottica più di accompagnamento che di repressione, costituiscono una delle attuali priorità da garantire sul territorio.

Sabato, 23 Maggio 2020 11:29

Nel corso dei servizi di controllo straordinario del territorio sul rispetto delle misure antiassembramento volte al contenimento della diffusione della polmonite da Covid-19, ieri sera, sono stati impiegati equipaggi della Squadra Volante unitamente a personale della Squadra Amministrativa e ad alcune pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Liguria, al comando del Dirigente dell’UPGSP Commissario Capo dott. Mulas, che si sono dirette nelle zone centrali della città a più alto concentramento di persone appiedate. Verificato il rispetto delle misure di distanziamento sociale e delle disposizioni contenute nel DPCM del 17 maggio u.s. e nell’ordinanza del Presidente della Regione Liguria n. 30 datata 17 maggio 2020. Massima attenzione è stata rivolta alla prevenzione degli assembramenti che, in un’ottica più di accompagnamento che di repressione, costituiscono una delle attuali priorità da garantire sul territorio.

Gli Agenti hanno pattugliato in auto e a piedi soprattutto il quartiere Umbertino, segnata-mente Piazza Brin, via Firenze, dove si era riscontrata la presenza di alcune decine di soggetti che, sebbene indossassero mascherine e rispettassero la distanza interpersona-le, stavano creando un piccolo assembramento, motivo per il quale sono stati invitati ad allontanarsi.
Nel complesso sono state identificate 45 persone (delle quali 9 con precedenti penali o di polizia) tra cui 29 stranieri. 3 cittadini del Bangladesh, in evidente stato di ebrezza e che, all’altezza dell’ospedale mostravano un atteggiamento ostile e a rischio anche per la cit-tadinanza, sono stati sanzionati ai sensi dell’art. 4 comm. 1 D.L. 19/2020.

Nel corso del servizio sono stati effettuati anche controlli amministrativi ad esercizi com-merciali e circoli del centro città per sensibilizzare i gestori e gli avventori al rispetto sulle norme contro l’epidemia in atto, riscontrando il tendenziale rispetto delle disposizioni sanitarie vigenti e una grande attenzione di titolari e gestori.

Anche i controlli della Sezione di Polizia Stradale della Spezia continuano serrati sulla rete autostradale ed extraurbana, nel pomeriggio di ieri infatti è stata denunciata in stato di libertà una persona che si è resa responsabile di guida in stato di ebbrezza: un sessantenne ungherese che alla guida di una Opel Calibra nel comune Calice al Cornoviglio, che ha provocato un incidente stradale con feriti, trovato con tasso alcolemico di 1,19 e 1,28 g/l alla seconda misurazione.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

I Carabinieri lo bloccano a Deiva Marina, con 20 grammi di droga. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Una signora ultraottantenne va a piedi sino in piazza Verdi per ritirare la pensione. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa