Coronavirus, l'OPI: "Basta polemiche, non migliorano certo la situazione" In evidenza

L'ordine sottolinea il ruolo degli infermieri, tra i più esposti nell'emergenza.

Martedì, 31 Marzo 2020 17:31
Stiamo seguendo sui media regionali, con molta amarezza, la polemica sulle varie responsabilità in relazione ai ''tamponi'' effettuati, e smarriti, sul personale sanitario che affronta ''sulla linea del fuoco'' il COVID19 (personale di ASL 5, ma non solo, visto che esposti al rischio sono oggi tutti gli operatori della Sanità, pubblica e privata; e anche i libero professionisti, poco ricordati in questi frangenti).

Esattamente come per l'ospedale che non c'è, anche i referti dei tamponi (che non ci sono) producono solo polemiche, senza raggiungere il traguardo, il target: in un caso, l'ardita costruzione di un nuovo ospedale (come manca il vecchio Felettino, oggi...) nell'altro la semplice stampa di un referto, tutto conduce allo stesso effetto: polemiche ed imprecisioni.

L'imprecisione alla quale noi facciamo riferimento è quella che riposa nelle parole del Presidente della Regione, Giovanni Toti.
Infatti, una delle affermazioni del Presidente che ci ha sorpreso è stata ''...sono stati perduti? (i tamponi) Trattasi di errore umano, cosa dobbiamo fare, fucilare un infermiere che perde i tamponi dopo 12 ore di lavoro. Non credo sia sintomo di sciatteria, si deve capire il peso del lavoro dei nostri ospedali...''

Siamo lieti che si riconosca il gravoso impegno, ma francamente l'infermiere che perde i tamponi in ASL 5 non esiste, perchè non è responsabilità degli infermieri il trasporto dei tamponi, sia nel tragitto breve, interno alla ASL spezzina, sia verso la città di Genova: dove gran parte dei tamponi fino ad oggi sono stati elaborati e dove, certamente, la richiesta di prestazioni è stata eccezionale.

Semmai, gli infermieri sono in discreto numero tra coloro che si sono ritrovati con i propri tamponi smarriti, o in forte ritardo di refertazione, come è il caso del gruppo professionale dei nostri colleghi di Elleuno che, dal 21 marzo, attendono l'esito del tampone effettuato, a seguito della positività di una collega incaricata dell'assistenza domiciliare, alla quale, come a tutti i sanitari contagiati, esprimiamo il più caldo augurio di pieno e rapido recupero.

Vorremmo solo, sommessamente, chiedere a tutti di non aumentare le polemiche, visto che l'effetto non è quello di un più facile arrivo dei referti; chiediamo la gentilezza di limitare le dichiarazioni che possono aumentare nei cittadini le già forti preoccupazioni per una situazione difficile e ci piacerebbe anche, in questo caso, ricordare tutti coloro che stanno affrontando con serietà e impegno un enorme problema sul piano assistenziale, organizzativo, educativo, terapeutico: fra questi, gli infermieri sono presenti in gran numero e, crediamo, andrebbero citati soprattutto per quello che fanno, e non per situazioni che non possono (da profilo) in nessun caso coinvolgerli.


OPI/ Ordine delle Professioni Infermieristiche- La Spezia

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(2 Voti)
OPI Ordine Infermieri La Spezia

Via Paolo Emilio Taviani, 52
19125 La Spezia

Tel. 0187/575177

Email: segreteria@opi.laspezia.it

 

 

Ultimi da OPI Ordine Infermieri La Spezia

Non si deve in alcun modo abbassare la guardia ma, dove è possibile, appare necessario "tirare il fiato". Leggi tutto
OPI Ordine Infermieri La Spezia
Infermiere molto conosciuto alla comunità professionale e sanitaria locale. Leggi tutto
OPI Ordine Infermieri La Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa