Dalla Val di Magra a Reggio Emilia, uniti nei NO ai Biodigestori In evidenza

Continua la "solidarietà" tra i Comitati delle due zone.

Lunedì, 22 Luglio 2019 09:26

 

I cittadini di Reggio Emilia dicono NO alla realizzazione di un impianto per la produzione di biogas tra Gavassa e Prato di Correggio.

Sabato 20 luglio hanno sfilato in città circa 100 trattori come forma di protesta con un serpentone di trattori che si è mosso a passo d’uomo. La "trattorata" è partita dal parcheggio dello stadio per arrivare fin sotto il municipio nella piazza più centrale di Reggio Emilia.

Ad accompagnarli c’era anche lo striscione del NO biodigestore a Saliceti.

"Questa - afferma il Comitato No Biodigestore a Saliceti - è la dimostrazione della ferma volontà e convinzione del Comitato di fare rete con tutti coloro che sono fortemente convinti nella lotta a questo tipo di impianto e al sito, senza se e senza ma. Il Comitato ringrazia gli amici del Comitato Ambiente e Salute di Gavassa per essere intervenuti anche al nostro recente incontro del 3 luglio alla ex Vaccari portando la propria voce ed esperienza a supporto delle ragioni del NO al biodigestore a Saliceti. Ringraziamo anche tutti i medici e professionisti, di altissimo livello e fama indiscussa, intervenuti in sostegno della nostra causa in occasione di quello stesso incontro e gli amici di Cairo Montenotte, in particolare Nadia Bertetto, presidente dell’Associazione “Vita e Ambiente” e i rappresentanti di Isola del Cantone intervenuti alla nostra assemblea dello scorso aprile. Ringraziamo infine tutti quei Comitati ed Associazioni locali che stanno sostenendo e condividendo le posizioni del Comitato No Biodigestore a Saliceti".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

PD, anche Tartarini si dimette

Mercoledì, 18 Settembre 2019 18:58 politica-la-spezia
"A tutti noi, chi andrà e chi rimane, dico di non lasciarci alle spalle macerie" Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Aveva indossando circa venti capi d'abbigliamento Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa