Dagli antichi romani ad oggi, continua la tradizione della salagione delle acciughe In evidenza

Oltre 70 persone hanno partecipato al laboratorio alle Grazie.

Mercoledì, 17 Luglio 2019 15:17
Tutto esaurito alle Grazie per l'edizione 2019 del laboratorio di salagione delle acciughe organizzato operativamente dalla Pro Loco graziotta nell’ambito delle proprie attività estive a favore del recupero delle tradizioni culinarie locali.

Ben settanta "allievi salatori" hanno provato l'esperienza, sotto la guida attenta dei maestri della Pro Loco delle Grazie, della tradizionale salagione.

Un progetto sviluppato ormai da quattro anni e che per l'edizione di questo luglio ha trovato la fattiva collaborazione della famiglia Viviani, storici pescatori della costa del levante, che ha fornito un pescato di qualità adatto proprio per questo impiego.

Per una giornata in molti, ben tre gruppi da una dozzina di partecipanti oltre ad altri "uditori", hanno appreso, sotto la guida di esperti, questa antica tecnica culinaria. I partecipanti hanno avuto così la possibilità di auto confezionarsi un'arbanella di acciughe, per poi custodirla sino alla maturazione.

Un bel ricordo, ma più che altro un'occasione per tramandare una delle tradizioni più antiche delle nostre zone. Una procedura ben nota alle Grazie sin dal tempo degli antichi romani che abitavano la villa del Varignano, visto che fonti archeologiche raccontano che questa tecnica fosse già diffusa nel IV° millennio prima di Cristo.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
...

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La presidente dell'Associazione Titolari di Farmacia della Provincia della Spezia, Elisabetta Borachia ascoltata oggi in commissione consigliare. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
di Elena Voltolini - Dopo la delibera provinciale, parola ai Comuni soci. Oggi il passaggio in Commissione, il 29 aprile la modifica dello statuto approda nel Consiglio comunale spezzino. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa