Muretti a secco, si semplificano le norme per il ripristino In evidenza

Obiettivo: favorire la tutela del territorio e il recupero delle terre incolte.

Martedì, 09 Gennaio 2018 17:31

A seguito degli incontri presso la sede dell'Ente Parco con le Associazioni rappresentanti le categorie agricole, i produttori e gli agricoltori delle Cinque Terre, il Parco nazionale delle Cinque Terre si è adoperato presso la Regione Liguria per favorire l'adozione di misure atte a semplificare le procedure di recupero dei terrazzamenti agricoli.

Con legge regionale n. 29 del 2017, il cosiddetto collegato alla legge di stabilità, il Dipartimento Agricoltura, Turismo, Formazione e Lavoro Settore Politiche della Montagna e della Fauna Selvatica della Regione Liguria ha apportato modifiche essenziali al Regolamento delle prescrizioni di massima e di polizia forestale, tra cui l'abrogazione delle parole "in costanza di coltivazione del fondo" nell'articolo 58 in riferimento ai muretti a secco.

"In questo modo - conferma Vincenzo Resasco, presidente Facente funzioni del Parco - si applica direttamente quando individuato dalla legge regionale numero 4 del 1999 che, all'articolo 35, prevede non siano soggette ad alcun titolo abilitativo la manutenzione e il ripristino di muretti di fascia, che non determinino alterazioni delle caratteristiche dimensionali, formali, funzionali e tipologiche della struttura originaria, fatto salvo quanto previsto per i muretti a secco nel regolamento di cui all'articolo 48. Un ulteriore passo - aggiunge Resasco - per dare incremento impulso al recupero del territorio e facilitare il lavoro degli agricoltori delle Cinque Terre".

"Con le modifiche apportate, gli agricoltori - conclude Resasco - possono ripristinare i muri di fascia di terreni abbandonati nei terreni oggetto di recupero. Questo è il primo passo verso l'auspicata semplificazione amministrativa per rendere sempre meno complicato il recupero delle terre incolte. Il Piano del Parco sarà un ulteriore strumento per l'ottenimento degli obiettivi e delle attese degli agricoltori del territorio".

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Parco Nazionale delle Cinque Terre

L'accordo per il passaggio di proprietà dal privato al Comune di Monterosso c'è, ma serve il via libera da Roma, anche per il successivo restauro promesso. Leggi tutto
Parco Nazionale delle Cinque Terre
Un modo per vivere responsabilmente la bellezza del Parco delle Cinque Terre, contribuendo a mantenerla. Leggi tutto
Parco Nazionale delle Cinque Terre

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa