Vertenza OSS, i sindacati: "Chi strumentalizza non siamo noi" In evidenza

Comunicato congiunto di FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL, UILTRASPORTI-UIL e FIALS-CONFSAL in risposta a Coopservice.

Venerdì, 10 Novembre 2017 19:31


In risposta all'odierno comunicato di Coopservice
FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL, UILTRASPORTI-UIL e FIALS-CONFSAL evidenziano sconcerto e disappunto per quanto rappresentato dalla Cooperativa in merito alla vertenza in corso tra le Parti nell'appalto pulizie, sanificazione e logistico-alberghiero presso ASL 5 “spezzino“.
Il Direttore del Personale Dott. Vasco Salsi ha la memoria molta corta in quanto non ricorda che l'accordo del 16 marzo 2016 sottoscritto dalle scriventi e votato all'unanimità dall'assemblea dei lavoratori, fu firmato sotto il ricatto di un esubero di quaranta unità lavorative ed a seguito della disdetta unilaterale di Coopservice di un accordo di secondo livello che garantiva un salario dignitoso, anche se non risolveva la posizione contrattuale del personale OSS, che per noi devono essere inquadrate secondo le norme vigenti.
Inoltre il Dott. Salsi dimentica che all'epoca la Direzione di Coopservice, di cui lui fa parte, in violazione delle elementari norme in materia di relazioni sindacali, decise di andare direttamente a trattare con le
lavoratrici, scavalcando di fatto le scriventi, e proponendo loro condizioni economiche al di sotto di quelle successivamente pattuite.
Da parte delle scriventi tale accordo è sempre stato ritenuto transitorio e rinegoziabile in attesa dell'avvio del nuovo appalto avvenuto lo scorso 11 Settembre.

Nel merito della trattativa dobbiamo sottolineare l'incoerenza dimostrata da parte di Coopservice in occasione dei vari incontri sindacali che si sono tenuti negli ultimi due mesi.
Un'impresa che si definisce seria non nega al Sindacato i documenti attinenti l'organizzazione del lavoro concordata con il Committente ASL 5, un'organizzazione che ricordiamolo stravolge quella prevista dal capitolato messo a gara dall'ASL.
Un'impresa che rispetta gli impegni non promette al Sindacato l'invio di una proposta ufficiale e poi, adducendo motivi strumentali, non lo fa.
Caro Dott. Salsi se in questa contrattazione c'è un soggetto che strumentalizza ed è contraddittorio quello non è il Sindacato ma la Coopservice.
Si ricordi caro Dott. Salsi che questo Sindacato non si presta e mai si presterà a strumentalizzazioni politiche, ma agisce e agirà sempre a difesa dei diritti dei lavoratori, rendendosi sempre disponibile al confronto, ma pretende che questo confronto avvenga in modo trasparente e rispettoso.
Purtroppo questi elementi negli ultimi tempi sono venuti meno non solo da parte di Coopservice ma anche da parte del Committente ASL 5 che oltre a non dare riscontro ad una richiesta di incontro avanzata dalle scriventi, non risponde ad una richiesta di accesso agli atti da noi avanzata e nemmeno si presenta, senza peraltro giustificarsi, al tentativo di conciliazione convocato stamani dalla Prefettura.

Viene lecito domandarsi: chi strumentalizza? Chi manca di trasparenza? Chi è contraddittorio?
Di certo non il Sindacato.

Luca Comiti FILCAMS-CGIL
Mirko Talamone FISASCAT-CISL
Marco Furletti UILTRASPORTI-UIL
Luciana Tartarelli Fials-Confasal
  

 

Autore
Vota questo articolo
(1 Voto)

Ultimi da UIL

Quattro su nove i delegati eletti. Leggi tutto
UIL
Venerdì 27 ottobre in Sala Marmori della Camera di Commercio Riviere di Liguria, si parlerà di turismo, industria e portualità. Leggi tutto
UIL

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa