Violenza sessuale, alla Spezia le denunce aumentano del 25%. Vertice in Prefettura In evidenza

Si riunisce il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, anche alla luce dei recenti fatti di cronaca.

Martedì, 15 Ottobre 2019 14:47

Il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini domani mattina parteciperà in Prefettura al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, richiesto dall’Assessore alla sicurezza Gianmarco Medusei, per fare il punto sui recenti fatti di cronaca, che hanno visto giovani donne vittime di aggressioni da parte una persona non identificata, che poi è riuscita a dileguarsi nonostante l’intervento delle forze dell’ordine, sempre al lavoro nel tentativo di catturare l’autore delle molestie.

 

L’Amministrazione Peracchini sottolinea ancora una volta la massima attenzione rivolta alla vicenda, nell’ottica di garantire sicurezza ai propri cittadini, alla luce dei tristi avvenimenti.

«In questi due anni di Amministrazione abbiamo investito notevoli risorse per la sicurezza, sia nelle tecnologie con l'aumento delle telecamere sia in termini di personale con l'ampliamento del terzo turno della nostra Polizia Municipale - dichiara il Sindaco Pierluigi Peracchini -. I numeri ci dicono, come rilasciato dal Sole 24 Ore, che La Spezia è la quarta provincia che ha visto maggiormente calare la criminalità: rispetto al 2018, infatti, le denunce sono infatti calate del 11,8%. Nonostante questo, il numero delle denunce di violenza sessuale è aumentato al 25%. Sono numeri inaccettabili e che non vanno affatto sottovalutati. Per questo, anche a fronte dei recenti fatti di cronaca che hanno visto giovani donne aggredite e molestate, domani incontrerò il Prefetto per fare il punto della situazione e capire quali altre politiche mettere in campo per garantire la massima serenità a tutti i cittadini. Ho piena fiducia nelle forze dell'ordine e investigative che so essere alacremente al lavoro per garantire alla giustizia chi ha commesso questi gravi reati».

«Vogliamo rappresentare – sottolinea l’Assessore Medusei – le preoccupazioni dei residenti della zona est della città, dove di recente si è consumata l’aggressione a danno della giovane spezzina. E, soprattutto, vogliamo capire cosa possiamo fare come Amministrazione, nell’ottica di fornire maggiori strumenti alle forze dell’ordine, consapevoli che si stanno adoperando per garantire alla giustizia il malvivente. L’attenzione mediatica è alta, ma anche la nostra».

Nel corso del servizio televisivo trasmesso in diretta nei giorni scorsi su Rai 1 nell’ambito della trasmissione ‘Storie italiane’, durante il quale si è parlato dell’aggressione subita nei giorni scorsi da una giovane spezzina nella zona di via Parma, la giornalista Roberta Spinelli ha focalizzato l’attenzione sulla mancanza di illuminazione delle zone di azione del presunto aggressore. A tal proposito, l’Amministrazione Peracchini ricorda di aver di recente stanziato oltre 70 mila euro per l’installazione di nuove telecamere di videosorveglianza in tutta la città, con l’obiettivo di rendere la città sempre più sicura.

Inoltre, con un finanziamento regionale di circa 30 mila euro, il Comune della Spezia acquisterà telecamere mobili, ad alta definizione, che verranno collocate sul territorio, modificandone a rotazione l’ubicazione, per un monitoraggio a 360 gradi delle aree urbane da parte della Polizia Municipale.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)
Comune della Spezia

Piazza Europa, 1
19100 La Spezia

Tel. 0187 727 456 / 0187 727 457 / 0187 727 459
Fax 0187 727 458

www.comune.laspezia.it/

Ultimi da Comune della Spezia

Al via il progetto "La Spezia città fiorita". Leggi tutto
Comune della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa