Spezia-Ascoli (Live) In evidenza

Spezia- Ascoli 3-2

Domenica, 14 Aprile 2019 14:54

Segui con noi il live della partita! (qui il risultato in diretta sul sito Ac Spezia)

Per il 33° turno di campionato, le Aquile di Pasquale Marino sono determinate a tornare al successo dopo la sfortunata gara di Foggia, con Terzi e compagni consci che un successo contro l'Ascoli consentirebbe di tornare ad assaggiare l'arie dei playoff.

Per l'occasione il tecnico siciliano ritrova al centro della difesa il capitano Claudio Terzi, affiancato da Elio Capradossi, mentre sugli esterni bassi agiranno Augello a sinistra e Luca Vignali a destra. A centrocampo sarà ancora una volta Ricci a dettare i tempi della manovra, con Bartolomei e Luca Mora a completare la mediana, mentre in avanti mister Marino punta sulla fisicità di Galabinov al centro dell'attacco, con le frecce Okereke e Da Cruz pronte a scardinare la retroguardia marchigiana partendo dagli esterni.

Tutto pronto al Picco per la sfida odierna tra lo Spezia e l'Acoli, non manca nulla a parte il vecchio pubblico che riempiva le gradinate in serie C. Oggi non ci sono alibi: non è sera, non fa freddo , neppure piove. Ma i tifosi stanno alla larga.

Nello Spezia Mister Marino prova a dare l'ennesima chance a Galabinov al centro dell'attacco, tra Okereke e Da Cruz. Nel Picchio Vivarini schiera di punta l'ex Ardemagni, accolto da un coro ostile.

SPEZIA: (4-3-3)
Lamanna; Vignali, Terzi, Capradossi, Augello; Bartolomei, Ricci, Mora, Okereke; Galabinov, Da Cruz. A disp. Manfredini, Barone, Brero, Crivello, Pierini, Crimi, De Francesco, Ligi, De Col, Maggiore, Abdullahi, D'Eramo. All. Pasquale Marino

ASCOLI: (4-3-3)
Lanni; Laverone, Brosco, Valentini, Rubin; Addae, Troiano, Frattesi; Ciciretti, Ninkovic; Ardemagni. A disp. Milinkovic Savic, D'Elia, Baldini, Iniguez, Rosseti, Padella, Quaranta, Casarini, Cavion, Chajia, Coly, Andreoni. All. Vincenzo Vivarini

Al 10' si accende la gara dalle parti di Lamanna, felino su deviazione di testa di Troiano che reclama invano il gol perché la palla non era entrata, immediata la reazione aquilotta con Da Cruz che impegna Lanni su lancio di Okereke.

Al 14' altra bella azione dello Spezia sul fronte destro, con Da Cruz che non arriva per un soffio di testa su cross di Bartolomei.

Svantaggiooo!!! Al 16', primo corner della partita, da destra insacca Brosco

Reagisce lo Spezia, senza fortuna in fase conclusia, primo corner a favore delle Aquile al minuto 24.

Raddoppiooo... Al 34' arriva il gol dell'ex più odiato dal Picco, azione imbastita dalla destra con pregevole assist di Ninkovic al centro dell'area, lesto Ardemagni ad anticipare tutti e superare Lamanna.

Al 43' Ascoli in dieci: Ninkovic scalcia da dietro Da Cruz, fallo da giallo ma l'attaccante manda a quel paese Volpi e si merita il rosso, tra le proteste sue e dei suoi compagni di squadra.

Un Ascoli quadrato in campo e motivato in testa finisce con un un uomo in meno ma in vantaggio la prima frazione di gioco davanti ad un pubblico più che perplesso. La squadra di Vivarini non sta rubando nulla, dimostrandosi squadra di categoria con individualità di spicco. La presenza di patron Pulcinelli per ora sta portando bene ai marchigiani, ovviamente assente come al solito il patron aquilotto, l'unico Volpi in campo oggi è l'arbitro. Troppo discontinuo da parte sua lo Spezia di Marino, che oggi rischia di mettere la parola fine al traguardo play-off, a meno che non faccia un triplo miracolo in trasferta nelle prossime giornate. Le Aquile non hanno neppure giocato male in questo primo tempo, attaccando a più riprese, ma le parate d Lanni si contano sulle dita.

SECONDO TEMPO

Al 10' si accende la gara dalle parti di Lamanna, felino su deviazione di testa di Troiano che reclama invano il gol perché la palla non era entrata, immediata la reazione aquilotta con Da Cruz che impegna Lanni su lancio di Okereke.

Al 14' altra bella azione dello Spezia sul fronte destro, con Da Cruz che non arriva per un soffio di testa su cross di Bartolomei.

Svantaggiooo!!! Al 16', primo corner della partita, da destra insacca Brosco

Reagisce lo Spezia, senza fortuna in fase conclusia, primo corner a favore delle Aquile al minuto 24.

Vvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvv

Un Ascoli quadrato in campo e motivato in testa finisce con un un uomo in meno ma in vantaggio la prima frazione di gioco davanti ad un pubblico più che perplesso. La squadra di Vivarini non sta rubando nulla, dimostrandosi squadra di categoria con individualità di spicco. La presenza di patron Pulcinelli per ora sta portando bene ai marchigiani, ovviamente assente come al solito il patron aquilotto, l'unico Volpi in campo oggi è l'arbitro. Troppo discontinuo da parte sua lo Spezia di Marino, che oggi rischia di mettere la parola fine al traguardo play-off, a meno che non faccia un triplo miracolo in trasferta nelle prossime giornate. Le Aquile non hanno neppure giocato male in questo primo tempo, attaccando a più riprese, ma le parate d Lanni si contano sulle dita.

Raddoppiooo... Al 34' arriva il gol dell'ex più odiato dal Picco, azione imbastita dalla destra con pregevole assist di Ninkovic al centro dell'area, lesto Ardemagni ad anticipare tutti e superare Lamanna.

Al 43' Ascoli in dieci: Ninkovic scalcia da dietro Da Cruz, fallo da giallo ma l'attaccante manda a quel paese Volpi e si merita il rosso, tra le proteste sue e dei suoi compagni di squadra.

Secondo Tempo

Accorcia le distanze dopo 3' lo Spezia grazie al rigore realizzato da Galabinov, penalty procurato da Mora atterrato sotto gli occhi del direttore di gara.

Al 9' clamorosa traversa di Okereke dalla destra, lo Spezia prov l'assedio e trova il pareggio al 12' con Okereke al termine di un'azione a percussione di Galabinov e Mora.

Al 14' pericoloso l'Ascoli con Ciciretti che costringe Lamanna a respingeredi pugni, sulla ribattuta Troiano la spara fuori.

Al 17' Da Cruz conquista un'invitante punizione a pochi metri dal limite dell'area: sulla palla Galabinov, ma il pallone sbatte contro l'incrocio dei pali.

Al 22' pericolosa conclusione di Okereke dalla destra, Lanni smanaccia e sventa il pericolo.

Al 28' doppio cambio: nello Spezia entra Maggiore per Ricci, nell'Ascoli esce tra i fischi Ardemagni, al suo posto il numero 10 Rosseti.

Vantaggioooooo Speziaaaa!!!! Splendida azione offensiva delle Aquile, assist di Mora al bacio per la testa di Galabinov che fa esplodere - finalmente - il Picco.

Al 41' espulso Addae per una gomitata a freddo a Augello, in tribuna succede di tutto, in campo lo Spezia ha l'occasione per chiuderla ma prima De Francesco chiude male il triangolo con Galabinov, poi Okereke tira e sulla ribattuta il buogaro è in ritardo, infine da Cruz è due volte egoista e calcia fuori invece di servire i compagni.

Alla fine si rischia anche il gol del pareggio con un colpo di testa di Laverone, prodezza di Lamanna, fischia Volpi e tutto il Picco tira un sospiro di sollievo meno che la tribuna vip, dove il patron Pulcinelli e signora continuano a protestare ed escono protetti dalla polizia e dagli steward.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa