Cittadella - Spezia, Aquile in Veneto a caccia di punti In evidenza

di Massimo Guerra - Qualche numero e qualche curiosità sull'andamento delle due formazioni.

Venerdì, 08 Febbraio 2019 09:19
Spezia atteso a Cittadella domani pomeriggio, sabato 9 febbraio, (Stadio Tombolato, fischio d’inizio dell’arbitro Pillitteri alle ore 15) per la quarta giornata di ritorno del campionato di serie B. La squadra di Marino e quella di Venturato sono in buona posizione di classifica, entrambe in griglia play-off con le Aquile sopra di una lunghezza, 31 a 30, entrambe quindi motivate a far punti per non perdere la scia delle prime.

Il Cittadella in casa ha totalizzato fino ad oggi 5 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte contro Benevento e Palermo, entrambe perse per 1-0. Nelle ultime 4 ha perso in casa contro il Palermo, ha pareggiato a Crotone, ha battuto il Carpi al Tombolato e ha perso a Cosenza. Lo Spezia da parte sua ha ottenuto finora 2 sole vittorie lontano dal Picco, a Livorno (3-1) e Crotone (3-0), anche se l’ultima trasferta pareggiata a Brescia 4-4 grida ancora vendetta. Nelle ultime 4 due pareggi in casa con Lecce e Venzia, pari Brescia e vittoria a Cremona.

Il Cittadella è una delle 3 formazioni cadette 2018/19 che ha totalizzato più pareggi in 22 giornate, 9, come Brescia e Cosenza, ma accusa una flessione di risultati nell’ultimo periodo, con una sola vittoria nelle ultime 8 giornate, 3-1 in casa sul Carpi lo scorso 26 gennaio; nel mezzo 4 pareggi e 3 sconfitte.

Altra musica per lo Spezia, reduce da 8 risultati utili consecutivi: le Aquile non perdono dal 1 dicembre scorso, Ascoli-Spezia 3-1. Dopo la sconfitta al “Del Duca” sono arrivati 8 risultati utili consecutivi, grazie a 3 successi e 5 pareggi. La squadra di Marino segna poco con i propri attaccanti, ma si conferma una delle due cooperative del gol della Lega B 2018/19 dopo 22 turni, con ben 14 goleador diversi, alla pari del Palermo. I marcatori bianconeri sono stati finora, in ordine alfabetico: Augello, Batolomei,Bidaoui, Capradossi, Crimi, Da Cruz, De Francesco, Galabinov, Gyasi, Maggiore, Mora, Okereke, Pierini e Ricci.

Un’altra nota positiva riguarda l’incidenza della panchina nei risultati finali: lo Spezia è infatti una delle tre squadre cadette 2018/19 – insieme a Pescara e Palermo - che ha segnato il maggior numero di gol con giocatori entrati dalla panchina dopo 21 giornate, 6 i gol di subentranti per entrambe, in specifico per gli “aquilotti” firmate da Pierini (2), Bidaoui, Da Cruz, Gyasi e Maggiore (1 a testa).

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

La commissione passa al microscopio l’estate spezzina, ma manca il sindaco Pierluigi Peracchini. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Troppa pioggia, chiusa la Ripa

Lunedì, 18 Novembre 2019 22:38 cronaca
Superate le soglie pluviometriche di sicurezza. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa