Cittadella - Spezia, Aquile in Veneto a caccia di punti In evidenza

di Massimo Guerra - Qualche numero e qualche curiosità sull'andamento delle due formazioni.

Venerdì, 08 Febbraio 2019 09:19
Spezia atteso a Cittadella domani pomeriggio, sabato 9 febbraio, (Stadio Tombolato, fischio d’inizio dell’arbitro Pillitteri alle ore 15) per la quarta giornata di ritorno del campionato di serie B. La squadra di Marino e quella di Venturato sono in buona posizione di classifica, entrambe in griglia play-off con le Aquile sopra di una lunghezza, 31 a 30, entrambe quindi motivate a far punti per non perdere la scia delle prime.

Il Cittadella in casa ha totalizzato fino ad oggi 5 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte contro Benevento e Palermo, entrambe perse per 1-0. Nelle ultime 4 ha perso in casa contro il Palermo, ha pareggiato a Crotone, ha battuto il Carpi al Tombolato e ha perso a Cosenza. Lo Spezia da parte sua ha ottenuto finora 2 sole vittorie lontano dal Picco, a Livorno (3-1) e Crotone (3-0), anche se l’ultima trasferta pareggiata a Brescia 4-4 grida ancora vendetta. Nelle ultime 4 due pareggi in casa con Lecce e Venzia, pari Brescia e vittoria a Cremona.

Il Cittadella è una delle 3 formazioni cadette 2018/19 che ha totalizzato più pareggi in 22 giornate, 9, come Brescia e Cosenza, ma accusa una flessione di risultati nell’ultimo periodo, con una sola vittoria nelle ultime 8 giornate, 3-1 in casa sul Carpi lo scorso 26 gennaio; nel mezzo 4 pareggi e 3 sconfitte.

Altra musica per lo Spezia, reduce da 8 risultati utili consecutivi: le Aquile non perdono dal 1 dicembre scorso, Ascoli-Spezia 3-1. Dopo la sconfitta al “Del Duca” sono arrivati 8 risultati utili consecutivi, grazie a 3 successi e 5 pareggi. La squadra di Marino segna poco con i propri attaccanti, ma si conferma una delle due cooperative del gol della Lega B 2018/19 dopo 22 turni, con ben 14 goleador diversi, alla pari del Palermo. I marcatori bianconeri sono stati finora, in ordine alfabetico: Augello, Batolomei,Bidaoui, Capradossi, Crimi, Da Cruz, De Francesco, Galabinov, Gyasi, Maggiore, Mora, Okereke, Pierini e Ricci.

Un’altra nota positiva riguarda l’incidenza della panchina nei risultati finali: lo Spezia è infatti una delle tre squadre cadette 2018/19 – insieme a Pescara e Palermo - che ha segnato il maggior numero di gol con giocatori entrati dalla panchina dopo 21 giornate, 6 i gol di subentranti per entrambe, in specifico per gli “aquilotti” firmate da Pierini (2), Bidaoui, Da Cruz, Gyasi e Maggiore (1 a testa).

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

 Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Per tutelare i lavoratori e tutta la popolazione. La lettera ai Ministri e al Direttore Generale delle Poste. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Sono eccedenze di Costa Pacifica, ormeggiata a Molo Garibaldi. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa