Spezia Sambenedettese 2-1, parola ai mister In evidenza

di Massimo Guerra- Debutto in coppa con vittoria per lo Spezia: le interviste del dopo-partita.

Domenica, 05 Agosto 2018 10:20

Nel dopo-gara, in look Sportivo, mister Marino analizza: "La squadra ha costruito, partendo sempre da dietro, l'unica cosa che non mi è piaciuta è stata dopo i due gol, perché ci siamo rilassati, ci sta in questa fase perché siamo stanchi, gli avversari si sono difesi bene ripartendo. Dobbiamo aumentare i ritmi mi sembra normale in fase di avvio. Mi è piaciuta la continuità di gioco , i movimenti di smarcamento non fatti nei tempi giusti, la squadra con il lavoro crescerà, è chiaro quando entrerà in forma giocatori come Ricci sono fondamentali. Mi sarebbe dispiaciuto non vincere stasera, perché i ragazzi hanno fatto la partita, mi è piaciuta la reazione dopo il pareggio perché malgrado la stanchezza i ragazzi hanno provato a vincerla.

Contro la Spal troveremo una squadra di livello superiore, spero di ripetere la prestazione che abbiamo reso contro l'Empoli, ora dopo tanto lavoro di corsa iniziamo a lavorare di più con la palla, cerchiamo di farci trovare pronti per il campionato. Corsia sinistra lavorato poco, negli ultimi metri sbagliamo l'ultimo passaggio, i tre attaccanti sono ragazzi giovani, devono maturare".

Contento dell'accoglienza del Picco? "Ho avvertito da subito un grande attaccamento alla squadra, per me questo rappresenta un onore e una maggiore responsabilità".

Deluso Mister Magi, il tecnico della Sambenedettese uscito sconfitto dal Picco: "Dovevamo avere un po' di incoscienza di più, invece c'è mancato un pizzico di coraggio, Abbiamo aspettato di subire i gol prima di reagire, questo non va bene. Poi preferisco in ogni caso vedere il bicchiere mezzo pieno. Queste partite ci devono servire per capire dove intervenire nella rosa, motivo di studio per alzare il livello della squadra. Lo Spezia stasera aveva un passo migliore del nostro, specie nello stretto. Un pensiero ai 66 tifosi: loro ci spronano, ci danno entusiasmo, stasera siamo stati difensivi ma siamo andati 5 o 6 volte al tiro, vuol dire che nel Dna abbiamo qualcosa di importante, il rammarico sta nell'avere aspettato troppo".

Foto: Ac Spezia

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Doris Fresco- Proseguono gli appelli per restaurare quello che è un vero e proprio "monumento", luogo simbolo di Lerici. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Non ancora definitivo, si continua a scavare sotto le macerie. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa