Lo Spezia non mata il fanalino Ternana: 1-1 al Picco In evidenza

di Massimo Guerra- Non riparte lo Spezia neppure contro il fanalino di coda Ternana, ben messo in campo da mister De Canio e bravo a gestire la gara dopo il gol del vantaggio su punizione.

Sabato, 10 Marzo 2018 18:19

Lo Spezia puo' recriminare sul palo interno colpito da Pessina di testa nella ripresa, e poco altro. In campo non si è vista la differenza di classifica tra lo Spezia e le Fere, anzi: rispetto al catenaccio del Cesena la Ternana si è presentata alla sfida a viso aperto, chiara l'intenzione non solo di non perdere ma di cercare la prima vittoria di stagione lontano dal Liberati. È finita 1-1 grazie a Forte che ha recuperato lo svantaggio a fine del primo tempo, buona la ripresa dello Spezia almeno fino alla mezzora, ma gli innesti di Mora per Maggiore e Granoche per Forte non hanno portato i risultati sperati.

SPEZIA-TERNANA 1-1

Reti: 28' Finotto, 43' Forte

SPEZIA (4-3-1-2): Di Gennaro; De Col, Terzi, Ceccaroni, Lopez; Pessina, Bolzoni, Maggiore (21' st Mora) Mastinu (28' st Ammari) Forte (41' st Granoche) Marilungo. A disp. Manfredini, Capelli, Giani, Juande, Gilardino, Augello, De Francesco, Masi, Vatteroni. All: Fabio Gallo.

TERNANA (4-3-1-2): Sala; Vitiello, Rigione, Signorini, Favalli; Defendi (19'st Ferretti), Bordin (40' st Varone) Signori; Tremolada (28' st Valjent); Montalto, Finotto. A disp. Plazzari, Angiulli, Statella, Piovaccari, Albadoro, Repossi, Zanon, Carretta, Gasparetto. All: Luigi De Canio.

Arbitro: Martinelli (Roma 2)

Assistenti: Imperiale (Genova) - Citro (Battipaglia)

Quarto Uomo: Guarnieri (Empoli)

Totale biglietti emessi: 732

Totale ospiti emessi: 47

Incasso partita: euro 3.818

Abbonati: 4.200

Rateo abb.: euro 25.143

PRE-PARTITA

Lo Spezia prova a ripartire dopo il passo falso interno contro il Cesena. Sulla carta l'impegno contro la Ternana di De Canio non è proibitivo, ma il ko dell'andata al Libero Liberati brucia ancora, sarebbe importante per lo Spezia una reazione d'orgoglio quest'oggi per allontanare gli spettri di un campionato scialbo senza alcun obiettivo al di fuori della scontata salvezza.

Senza Gilardino e Granoche è ancora uno Spezia a due cilindri, fiducia a Ceccaroni in difesa vicino a Terzi, staffetta anche a centrocampo con Maggiore preferito a Mora dall'inizio. Squadre a specchio con il 4-3-1-2, i giocatori entrano in campo con i bambini dell'Asd Magra Azzurri affiliata all'Academy Spezia calcio. Momento di forte emozione per il minuto di silenzio in memoria di Davide Astori, sotto un cielo plumbeo l'arbitro Martinelli fischia l'inizio.

PRIMO TEMPO

Lo Spezia parte bene con un'occasione dopo 2' su invenzione di Mastinu che mette Forte in condizione di spezzare subito l'inerzia della sfida, ma il tiro del numero 9 viene deviato dalla difesa.

Continua il pressing iniziale dello Spezia, ma le Fere tengono bene dietro.

Spinta dubbia in area su Montalto al 12' , con la Ternana comunque pericolosa sugli sviluppi dell'azione partita con un cross dalla fascia sinistra, con Defendi che devia al volo ma la palla

Risponde lo Spezia, al 14' due corner consecutivi e nel secondo è bravo Terzi ad anticipare la difesa avversaria, conclusione fuori.

Al 25' risultato ancora bloccato sullo 0-0, ma a Ternana non si fa schiacciare, anzi: sulla destra batte una punizione pericolosa, schema semplice ma efficace, finta di cross e rasoterra centrale per Finotto che esce sul limite e fulmina Di Gennaro. Semplice come bere un bicchiere d'acqua, peccato che nessuno della difesa sia uscito contro il pallone.

Al 28' Ternana 1 - Spezia 0.

Non reagisce lo Spezia e allora la Ternana prende coraggio e va al tiro dalla distanza con Bordin. Ancora rischi per lo Spezia, perché sul cross dalla bandierina Signorini si ritrova la palla gol sulla testa, per fortuna il difensore la schiaccia fuori ma lo Spezia deve svegliarsi.

Al 34' si riaffaccia in avanti lo Spezia per l'ennesimo corner, ma dalle parti di Sala non si vede nessuno in maglia bianca.

Ancora Spezia in tentativo di ripartenza ma la Ternana difende il vantaggio con le unghie e con i denti.

A farne le spese è Gallo che all'ennesimo fallo delle fere si agita troppo e viene allontanato dall'arbitro Martinelli, primo "rosso" per il mister aquilotto quest'anno.

Sugli sviluppi della punizione battuta sulla trequarti arriva il gol del..................

PAREGGIOOOOOO!!!!! Al 43' bravo il numero 9 Forte ad addomesticare la palla e ad insaccare alle spalle di Sala.

Primo tempo finito sul pari: 1-1 con poca verve da parte dello Spezia, merito anche degli avversari che riescono a bloccare le fonti del gioco aquilotto.

SECONDO TEMPO

Pronti via e lo Spezia sfiora subito il gol del 2-1: al 46' punizione ben battuta da Mastinu a rientrare dall'out sinistro, trova la palla in corsa Marilungo ma trova i riflessi di Sala che respinge d'istinto.

Al 49' buona azione ariosa dello Spezia da sinistra a destra con Bolzoni che apre a Marilungo, buona palla per Mastinu che rientra e calcia ma alto.

Ancora Aquile all'attacco al 52' sul fronte destro con Maggiore che propizia un cross ma l'azione sfuma e la Ternana riparte, gara aperta con lo Spezia che a sua volta riaccende la miccia con Marilungo, traiettoria valida ma troppo alta sulla traversa di Sala.

Gioco fermo al 54' per un infortunio ad un giocatore umbro, Defendi toccato duro da Pessina in contrasto di gioco forse a gomiti troppo alti.

Giallo a Lopez al 56', il terzino uruguagio sbaglia appoggio e si aggrappa alla maglia dell'avversario.

La gara sembra essere ad un bivio, la Ternana non dimostra la posizione in classifica, anche se la difesa umbra non è mai stata messa sotto pressione dallo Spezia fino a questo momento.

Al 60' nuovo corner per lo Spezia, grazie a Lopez che sembra essersi svegliato, ma resta troppo sguarnito il reparto avanzato dello Spezia,tanto che Marilungo la crossa in area a nessuno al minuto numero 61.

Al 63' occasionissima Spezia: dalla sinistra cross tagliato di Lopez, si avvita in aria Pessina ma colpisce il palo interno. Quando viene pressata la difesa umbra mostra i suoi grossi limiti.

Primo cambio della partita al 19' del secondo tempo: fuori un malconcio Defendi, al suo posto Remedi.

Primo cambio anche nello Spezia al 22' del secondo tempo: fuori Maggiore dentro Mora.

Prima palla toccata da Mora subito fallo, per fortuna la punizione è da dimenticare.

Ora la Ternana prova a rallentare il ritmo, servirebbe un Gila nel motore per provare a fare bottino pieno oggi, ovvero il minimo sindacale per la squadra di Gallo.

Doppio cambio al 28: fuori Mastinu per Ammari nello Spezia che passa al 4-4-2, nella Ternana fuori Tremolada per Valjent, e intanto viene ammonito Terzi, per fortuna non tra i diffidati.

Angolo per lo Spezia al 75': dalla destra lo batte bene Ammari ma Pessina non trova la porta. Ora arrttacca la Ternana sul fronte opposto, nulla di fatto ma lo Spezia non riesce a imporre il proprio gioco offensivo, anche se si allunga la lista dei corner, con Mora schiacciato a terra in placcaggio.

La Ternana ora sembra in assoluto controllo della partita, malgrado lo Spezia provi a scardinare il folto fronte difensivo avversario con sgroppate a destra di De Col e a sinistra di Lopez, ma manca del tutto un'idea di gioco a centrocampo e di conseguenza arrivano con il contagocce le palle per gli avanti aquilotti.

Secondo doppio cambio della gara all'84': fuori Forte per Granoche nello Spe zia, fuori Bordin per Varone nella Ternana.

Corner per lo Spezia e scontro aereo tra Granoche e un difensore, nulla di che.

Mancano 4' più recupero alla fine della partita, risultato bloccato sull'1-1.

Giallo a Signorini per fallo su Granoche, ma non parte l'assedio dello Spezia nei minuti finali, anzi.

All'89' schizza di testa Granoche su cross di De Col, facile per Sala centrale a terra.

Fallo in area contro lo Spezia in pieno recupero, per passaggio all'indietro raccolto con le mani da Di Gennaro. Quasi un rigore per la Ternana, che ha la chance per fare bottino pieno da tre metri dalla linea di porta. Ammonito Mora nella mischia in area ma la difesa spazza via. Finisce 1-1, prestazione opaca dello Spezia che non supera il fanalino di coda Ternana e si prepara alla trasferta di Bari con qualche apprensione di più.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Marzia Dati presenterà Simone Tavoni, giovane pianista massese attivo a livello internazionale. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa