Spezia-Venezia 1-1: le Aquile riacciuffano il Venezia e sfiorano la vittoria al Picco In evidenza

di Massimo Guerra- Pareggio, ma il rammarico è tanto.

Sabato, 10 Febbraio 2018 17:40

Un punto in classifica non si rifiuta mai, ma è forte il rammarico oggi per un pari fortemente influenzato dalla direzione di Balice da Termoli, al secondo anno in B ma apparso decisamente inadeguato alla categoria, non aiutato dai collaboratori.

Lo Spezia da parte sua ha giocato una gara aperta contro un avversario di pari qualità, oggi sprovvisto del potenziale offensivo garantito da Litteri ma con una rosa degna, in grado di passare in vantaggio in un primo tempo dominato anche sotto il profilo del gioco, con lo Spezia apparso a tratti stordito, come nell'episodio del gol veneto propiziato da una insensato assist di Marilungo.

Il cambio dello stesso Marilungo - tanto impegno ma non ha saltato mai l'uomo - prima della pausa è stato vissuto malissimo dal giocatore che ha mandato a spigolare il mister ma il cambio di Palladino con Mastinu nella ripresa ha ridato fiato e coraggio allo Spezia che nella ripresa avrebbe meritato il vantaggio.

E gli errori di Balice? Ci sono stati, ma prendiamola con sportività: a Chiavari l'arbitro non ha favorito di certo l'Entella in un paio di occasioni, oggi è stato azzerato quel credito.

Importante comunque muovere la classifica, importante che Granoche abbia ritrovato il gol, la strada è ancora lunga ma lo Spezia

SPEZIA-VENEZIA 1-1

reti: 2’ pt Pinato 22' st Granoche

Totale biglietti emessi: 1264

Biglietti oiti: 75

Incasso partita: euro 10.634

Abbonamenti: 4.200

Rateo Abb.: euro 25.143

SPEZIA (4-3-1-2)

Di Gennaro; De Col, Terzi, Giani, Lopez; Maggiore, Bolzoni, Mora (31' st Pessina), Palladino (1' st Mastinu), Granoche, Marilungo (37' pt Forte) A disp. Manfredini, Capelli, Ceccaroni, Juande, Augello, De Francesco, Pessina, Masi, Vatteroni. All. Fabio Gallo.

VENEZIA (5-3-2)

Audero; Bruscagin, Andelkovic, Modolo, Domizzi, Garofalo (43' st Del Grosso), Falzerano (44' st Suciu) Stulac, Pinato; Geijo, Zigoni (35' st Marsura). A disp. Vicario, Gori, Soligo, Fabiano, Firenze, Frey, Cernuto, Zampano, , Rossi. All. Filippo Inzaghi.

Arbitro: Antonello Balice di Termoli

Assistenti: Giovanni Baccini di Conegliano e Paolo Formato di Benevento

IV uomo: Riccardo Annaloro di Collegno

PRE-PARTITA

Uno splendido sole sul Picco questo pomeriggio, con lo Spezia chiamato a confermare i progressi di gioco e risultato fatti registrare nell'ultimo periodo. Gallo conferma il suo 4-3-1-2 con Maggiore in mediana insieme a Bolzoni e Mora. Inzaghi risponde con Zigoni al centro dell'attacco, con l'ex Garofalo a fare lo stantuffo sulla fascia sinistra.

Il Picco per continuare a sognare: una media da A diretta per le Aquile con sette vittorie nelle ultime dieci e tre pareggi. pareggiando tre volte

Gallo conferma dal primo minuto Maggiore, con Pessina pronto al subentro, mentre in attacco Marilungo è preferito a Forte, a fianco di Granoche con Palladino pronto a ispirare le punte.

PRIMO TEMPO

Partenza con gaffe per lo Spezia: la fa Guido Marilungo che serve un assist d'oro al limite della propria area all’attaccante veneto Zigoni, bravo a fornire uno splendido assist a Pinato che insacca da due passi.

Lo Spezia non reagisce d' impeto ma riesce a guadagnare un corner, senza esito.
Al 12' secondo corner per lo Spezia lato distinti, dopo una buona punizione di Palladino dalla destra rimpallata dalla difesa.
Terzo angolo al 16' sempre sulla fascia sinistra dello Spezia ma senza alcun pericolo per i lagunari.

Al 13' Venezia molto pericoloso con Zigoni che però si aiuta con la mano, non visto dall'arbitro ma Terzi libera l'area e sulla ripartenza il centrale veneto Modolo stende Granoche, ci stava il giallo.
Al 20' occasione incredibile per lo Spezia: Mora buca la difesa dalla sinistra e la piazza in mezzo, Marilungo sbaglia un gol fatto e dietro di lui Palladino fa peggio, sulla ribattuta dal dischetto la calcia alle stelle.

Il Venezia reagisce allo spavento con una ripartenza da brivido, con Garofalo che mette la palla gol sulla testa di Geijo sul secondo palo, lo spagnolo la indirizza in porta ma è bravo Di Gennaro a bloccarla sulla linea.

Primo giallo di giornata a Falzerano che al 27' falcia Lopez sull'out destro.
Alla mezzora la partita è apertissima ma il Venezia sta legittimando il parziale vantaggio con un gioco più convincente in attacco, mentre lo Spezia sembra aver smarrito le chiavi del centrocampo

Ancora Venezia pericoloso al 31' con Geijo che salta Terzi in dribbling ma per fortuna il capitano salva di testa in corner, non senza qualche rischio.
Gallo inverte le posizioni a Mora e Maggiore ma il poker mediana di Inzaghi gioca in scioltezza proponendo palle giocabili alle punte.

Al 37' il Venezia ancora sotto con Bruscagin che la passa bene a Stulac, poco fuori il tiro del numero 5.
Gallo prova a cambiare qualcosa, sempre al 37' fuori Marilungo per Forte, non la prende affatto bene l'attaccante che uscendo ha un battibecco con Gallo.
Chiamata dubbia di fuorigioco al 42' sull'out di destra, magia di Palladino che innesca De Col ma il gioco è fermo. Si va all'intervallo sullo 0-0 ma lo Spezia sembra essere piuttosto confuso oggi.

SECONDO TEMPO

Secondo cambio nell'intervallo per lo Spezia: fuori Palladino per Mastinu. Lo Spezia prova a riversarsi in attacco, al 4' De Col prova il tiro dal limite destro dell'area, altissimo.

Spezia all'arrembaggio ma è difficile passare davanti alla diga a cinque innalzata da Inzaghi.
Prova lo Spezia con Maggiore a destra in collaborazione con De Col, ma oggi anche la precisione dei cross lascia a desiderare.

Al 57' prima Forte reclama il mano in area di Modolo, poi il Venezia arriva in attacco con Falzerano che si propone dalle parti di Di Gennaro, il portiere esce alla kamikaze e per fortuna che la difesa riesce a ribattere.

Due cross consecutivi del Venezia che prova ad allentare la pressione Aquilotta, poi lo Spezia riparte ma arriva il giallo per Giani che stende Geijo nel cerchio di centrocampo, gioco fermo per almeno due minuti.
Finalmente un tiro in porta! Lo scaglia Mastinu dal limite al 66' e costringe Audero al corner.
Pareggiooooooo!!!!! Al 67' è Granoche ad approfittare di un rimpallo su ribattuta sulla linea, dopo che Forte si era visto ribattere il primo tentativo.
Venti minuti più recupero alla fine, il Picco si rianima ma ora e fino alla fine lo Spezia dovrà provare a far male al Venezia senza rischiare troppo nelle ripartenze. Inzaghi prepara le contromosse.

Giallo a Maggiore al 28', Giulio trattiene un avversario per la maglia cartellino giusto.
Ancora Mastinu al tiro al 29' palo pieno!!!!!! Bella la conclusione del numero 26 che due minuti dopo dà il la ad una bellissima ripartenza, buono anche l'assist per Granoche che si allunga la palla in area ma viene contrato con efficacia dalla difesa veneta.

Terzo e ultimo cambio al 31' per Gallo, fuori Mora per Pessina.

Al 32' Di Gennaro cicca il rilancio dal fondo e per poco Falzerano lo infila.
Ancora Spezia ispirato da Mastinu, ma Lopez cicca il cross che piove alto per Maggiore, la difesa rinvia.
Ancora proteste all'81' per lo Spezia: Granoche la stoppa di petto per l'accorrente Forte che viene abbattuto a pochi metri dall'arbitro: live il rigore sembra netto, se così fosse sarebbe un grosso errore tecnico di Balice.

Il Venezia prova a reagire ma è lo Spezia che resta in pressione negli ultimi cinque minuti più recupero.
Secondo cambio nel Venezia, esce l'ex Garofalo tra i fischi, al suo posto Del Grosso.

Mancano 5 minuti di cui quattro di recupero, con lo Spezia che prova con le ultime energie a vincere la partita, mentre Inzaghi mette Suciu al posto di Falzerano.
Mano in area di Bruscagin in pieno recupero: Balice non vede neppure questa.

Venezia in attacco con un corner al 49', mischia in area con Lopez e Modolo che fanno a sportellate ma l'opaco arbitro Balice fischia la fine sommerso dai fischi del Picco. Finisce 1-1 con qualche tensione di troppo ma alla fine il risultato non è troppo bugiardo, al netto dei dubbi sulle decisioni arbitrali comunque non così clamorosamente sbagliate.

Ora lo Spezia è atteso sabato dal Novara di mister Di Carlo.

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

Trovato dai Carabinieri con 250 grammi di hashish. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Un calcolo non facile, ma ci sono anche giochi gratuiti. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa