Le Aquile vincono e vanno ai playoff: Vicenza - Spezia 0-1 (finale) In evidenza

di Massimo Guerra - Lo Spezia conquista i play-off all'ultimo tuffo e non senza sofferenza.

Giovedì, 18 Maggio 2017 20:06

Nella serata della promozione diretta in A per Spal e Verona, la squadra di Di Carlo ha battuto per 1-0 il Vicenza al Menti, dopo una clamorosa protesta dei tifosi biancorossi che hanno causato 10' di ritardo sul fischio d'inizio con una pioggia di bengala che si ritroveranno sul groppone il prossimo anno in Lega Pro, con condimento di Daspo. Lo Spezia da parte sua ha dominato in lungo e in largo la partita costruendo un'imponente mole di occasioni, ma riuscendone a finalizzarne solo una. Ben vengano comunque i tre punti e il battesimo stagionale del gol per Nico Giannetti, autore di una rovesciata degna di miglior fortuna.

 

 

PRE-PARTITA
Giannetti e Granoche per vincerla. Di Carlo mette qualità a centrocampo con il rientro di Sciaudone e la conferma di Mastinu dall'inizio, la novità è il rientro di De Col che si posiziona dietro a Vignali che ritrova il suo ruolo naturale in mezzo al campo. Nel Vicenza di Torrente l'unico ex in campo è Zaccardo, perché Ebagua e Bellomo si accomodano in panchina per fare spazio a tanti giovani e giovanissimi. Tensione sugli spalti per la contestazione del pubblico di casa, in settimana sono volati comunicati roventi e stasera si teme che la protesta dei tifosi possa diventare clamorosa. Un centinaio scarso i tifosi dello Spezia sistemati in curva ospiti.

PRIMO TEMPO

Lo Spezia mette subito i puntini sulle i al Menti: nei primi 10' è un monologo aquilotto con Granoche che mette davvero in difficoltà la retroguardia di casa. Il buon momento aquilotto culmina al minuto 11....

Vantaggioooo!!!! Vale doppio perché a far gol è Giannetti che spezza un digiuno abissale e supera in diagonale il giovane portiere Costa.

Il Vicenza non c'è, i tifosi passano all'azione attorno al 20': pioggia di bengala in campo, si alza una nuvola di fumo che costringe l'arbitro Martinelli a fermare il gioco, mentre i vigili del fuoco in servizio allo stadio sgombrano il rettangolo di gioco.

Tutto fermo per 10' poi si riparte. Con lo Spezia che fa vedere cose mai viste, soprattutto con Mastinu che inventa e finalizza: al 23' bravissimo l'ex Olbia a chiudere il triangolo con il Diablo, fenomeno Costa a respingere il sinistro dell'attaccante. Momento favorevole per lo Spezia, arriva il cross dalla sinistra ma sull'assist di Sciaudone non la calcia bene Terzi, palla fuori.

Vicenza in confusione, alla mezzora Adejo bisticcia con la palla a centrocampo e Giannetti lancia Granoche in campo aperto, il Diablo arriva al limite dell'area e la calcia di sinistro rasoterra, fuori di poco dal palo sinistro di Costa, Di Carlo tarantolato. Si fa avanti timidamente il Vicenza, ma sulla punizione Gucher sfiora la traversa.

Ma il pallino resta allo Spezia, che prima dello scadere sfiora ancora il raddoppio con Granoche e soprattutto con Giannetti che emula Gigi Riva con una rovesciata sotto porta che esalta il talento del portierino Costa, e il primo tempo si conclude con un tiro potente ma alto di Mastinu.

SECONDO TEMPO

Inizia la ripresa mentre la curva del Vicenza inizia invece a svuotarsi. Un cambio nel Vicenza, fuori Giacomelli per Cernigori.

Lo Spezia ricomincia da dove era rimasto: due occasioni nei primi 5' con Granoche lanciato da Mastinu e subito dopo con Sciaudone che si libera al tiro di sinistro, palla tra le braccia dei supporter aquilotti in curva.

Ancora Granoche all'11 la gira in porta, ma debole, facile parata per Costa.

Partita in bilico, con il rammarico di sempre quest'anno: troppe le occasioni da gol non concretizzate, con l'incubo di subire un ingiusto quanto possibile pareggio.

Al 10' primo cartellino di serata: Giallo per Gucher che falcia malamente Giannetti.

Al 16' per poco il Vicenza non beffa le speranze aquilotte, da un calcio piazzato la palla è buona per Siega, tiro forte dal limite ma alto sulla traversa.

Momento difficile per lo Spezia che non riesce a gestire il controllo palla, con il Vicenza che da parte sua prova a raschiare il barile dell'orgoglio verso i tifosi di casa che li irridono dal primo minuto.

Risveglio Spezia: al 21' bravo Vignali a concludere dalla distanza, ancora una prodezza di Costa e sulla ribattuta Mastinu non trova compagni in area.

Al 22' primo cambio nello Spezia: entra Fabbrini al posto di Mastinu e subito sfiora il gol con un rasoterra che sfila il palo destro di Costa.

Palo!!! Al 24' lo colpisce Vignali con un sinistro avvelenato dal limite...

Giallo a Sciaudone al 26', secondo cambio biancorosso: fuori Adejo per Zivkov. Spezia in costante proiezione offensiva, con Fabbrini a seminare avversari e rimediare pestoni.

Alla mezzora due cambi in simultanea: Cuppone per Orlando nel Vicenza, Nené per Granoche.

Intanto si forma un assembramento di pubblico vicino ad un cancello di accesso al campo, forse i tifosi dopo i cori vogliono invadere...vedremo.

Al 37' abbattuto Nenè sulla riga dell'area di rigore, per il regolamente sarebbe appunto rigore non per Martinelli. Sulla punizione mal battuta da Sciaudone l'azione sfuma.

Primo corner della ripresa per il Vicenza, para in sicurezza Chichizola.

Terzo cambio nello Spezia al 42', Giannetti saluta i 100 tifosi e lascia il posto a Baez.

Saranno tre i minuti di recupero, con il Vicenza che si appresta a battere un pericoloso calcio di punizione dalla destra ma Zivkov la calcia malamente, lo Spezia deve riuscire a gestire la palla in questi secondi finali, ma il Vicenza fa in tempo a divorarsi un'ultima occasione da gol con la conclusione per fortuna sballata di Cuppone. Invece c'è tempo solo per un rosso a De Luca, giustamente espulso per un'entrata killer su Chichozola. Finisce con i soliti brividi la regular season aquilotta, con i giocatori che si abbracciano e corrono sotto lo sparuto drappello di fedelissimi.

TABELLINO

Vicenza - Spezia 0-1

Reti: Giannetti (11' pt)

VICENZA (4-3-3)
Costa; Bianchi, Adejo (28' st Zivkov) Zaccardo, Pucino; Siega, Gucher, Signori; Orlando (31' st Cuppone) Giacomelli (1' st Cernigoi), De Luca. A disp. Vigorito, D'Elia, Vita, Bellomo, Rizzo, Ebagua. All. Vincenzo Torrente.

SPEZIA (3-5-2) Chichizola; Valentini N., Terzi, Ceccaroni; De Col, Maggiore, Sciaudone, Vignali; Mastinu (22'st Fabbrini) Granoche (32' st Nenè), Giannetti (42' Baez). A disp. Valentini A., Errasti, Migliore, Okereke, Datkovic, Pulzetti. All. Domenico Di Carlo.

Arbitro: Martinelli di Roma 2
Assistenti: Dei Giudici-Borzomì
Quarto Uomo: Baroni

Recupero: 10'(pt), 3' (st)

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

A lui si deve, tra l'altro, l'attivazione del servizio di emodinamica. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Onde con un’altezza media di 5 metri e picchi di 7-8 metri: è questa la "tempesta perfetta" attesa per oggi, 11 dicembre. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa