Nzola il migliore dello Spezia, promossi gli esordienti Agoumé e Estevez In evidenza

di Massimo Guerra- Ampiamente sopra la sufficienza la prestazione collettiva delle Aquile

Domenica, 25 Ottobre 2020 18:20

Ampiamente sopra la sufficienza la prestazione collettiva delle Aquile al Tardini di Parma, promossi sul campo i nuovi innesti oggi all'esordio ovvero il 2002 Agoumé e il '95 Estevez, convincenti anche il portiere Provedel, il terzino sinistro Bastoni, la punta centrale Nzola; da rivedere Pobega e Agudelo, da capire Gyasi motorino perpetuo oggi un po' affaticato.

Provedel 7 – Si fa trovare pronto sugli insidiosi attaccanti emiliani, specie su Karamoh che neutralizza con un gesto tecnico di assoluta qualità, sicuro anche in presa alta e nelle mischie, incolpevole sui due gol

Sala 6 – Sufficienza piena per il difensore di destra, in grado di neutralizzare non senza qualche difficoltà il talento e la velocità di Gervinho, che gli sguscia via in almeno due pericolose circostanze.

Dal 10'st Ferrer 5,5 – Non semplice entrare nel vivo di una gara così tirata, fa un errore in copertura non da lui su Karamoh che lancia verso la porta, niente di che in fase di impostazione, prende anche un giallo evitabile che innesca una pericolosa punizione sprecata da Cyprien.

Terzi 6,5 – Mezzo voto in meno al capitano che giganteggia per oltre un'ora e paga i limiti fisici e anagrafici in pieno recupero. Per gran parte della gara funge da registra arretrato, alla Bonucci per capirci, nell'episodio del rigore il suo sembra un normale contrasto difensivo contro un avversario, il danese Cornelius, quasi il doppio di lui.

Chabot 7,5 - Un gol all'attivo e mille interventi in chiusura, a sigillare il reparto con fisico e tecnica. Cha...peau.

Bastoni 7 – Prova più che convincente per il terzino sinistro destinato ad altri lidi e per fortuna rimasto alla corte di Italiano. Il ragazzo ha carattere e piedi buoni, non gli manca il coraggio di salire palla al piede e provare il tiro, bene nelle due fasi.

18'st Dell'Orco 6 – senza nulla da sottolineare, si tratta comunque di un giocatore di indiscusse qualità tecniche che potrà essere molto utile nel prosieguo del campionato.

Bartolomei 6,5 – Il Diesel-Barto esce alla distanza e fa sentire i tacchetti dove serve, buono l'approccio alla distanza anche in fase di impostazione.

Agoume 6,5 – All'esordio dopo le proteste del suo procuratore ma non per questo schierato da Italiano, il 2002 sfodera una prova di qualità tecnica e gamba al servizio del reparto mediano, perde una palla sanguinosa ma va a recuperarla, chiaro talento da migliorare in fase di impostazione, nel secondo tempo prende anche un palo che grida vendetta.

Pobega 5 - Ormai non è più il "nuovo" del gruppo, ma ancora mostra limiti di inserimento nei meccanismi della squadra, garantisce più quantità che qualità ma oggi neppure quella.

Dal 9'st Estevez 6,5 – E' un palo pieno il suo primo pallone giocato in maglia bianca, entra nella ripresa infuocata e non si tira mai indietro, esordio in ogni caso positivo.

Agudelo 6 – Mezzo voto in più per il gol del provvisorio vantaggio, conferma però tutte le perplessità della sua fase difensiva, del tutto inesistente.

Dal 17'st Verde 6,5 – Lo stantuffo della corsia di destra entra e spariglia subito la retrovia emiliana, centra un palo e mette un paio di palle invitanti in mezzo.

Nzola 7,5 – Che avesse fisico si sapeva, quello che sorprende di lui in questo avvio di campionato la qualità tecnica delle giocate, insieme alla capacità di fare reparto da solo, tenendo alta la palla favorendo gli inserimenti dei laterali offensivi tra cui l'assist a Agudelo.

Dal 38'st Piccoli S.V.

Gyasi 6- Si mangia un gol grosso come una casa ma va più volte alla conclusione, alterna cose buone a improvvisi black-out ma anche oggi non risparmia energie sulla fascia di sinistra.

All. Vincenzo Italiano 7,5 - Stupisce la sua dote di mettere in campo la squadra con pedine nuove senza che il gioco venga stravolto: oggi scommette su Agoumé dopo il forfait di Ricci e vince la scommessa, perché il 2002 riesce a dare ordine al reparto, giocando con personalità mallgrado il pressing a uomo dei padroni di casa. Azzecca anche i cambi, eccetto Farias che non entra al posto di un appannato Gyasi. Esce infuriato dal Tardini, ma nulla da recriminare sul suo conto sotto il profilo tecnico-tattico.

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Alessio Boi e Giacomo Cavanna - La folla scende sotto il Comune contro il cambio di gestione. Gilardi (Comitato per la Terza età): "Impossibile sostenere le spese in queste… Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Il fatto è avvenuto ieri sera intorno alle 20 nell’area verde del centro Barontini di Sarzana. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa