Spezia - Pisa: lo Spezia esce sconfitto e arresta la sua corsa In evidenza

Spezia-Pisa (1-2). Decisivo il gol di Marconi nella ripresa

Lunedì, 29 Giugno 2020 22:50


Dopo le due splendide vittorie contro Empoli e Chievo, lo Spezia di mister Vincenzo Italiano sarà impegnato questa sera nella sentitissima sfida casalinga contro il Pisa. Per l'occasione, il tecnico aquilotto conferma il solito 4-3-3 che vedrà il confermatissimo Scuffet tra i pali, con la linea difensiva composta da Vignali a destra, Erlic e Capradossi al centro, mentre per la fascia sinistra Italiano sceglie Vitale, all'esordio assoluto con la maglia bianca.

In regia ancora Bartolomei, coadiuvato dalle mezzali Maggiore e Acampora. In attacco, nel ruolo di centravanti torna titolare Nzola, con Ragusa e Gyasi che agiranno ai suoi fianchi. Forfait in extremis per il febbricitante Bidaoui.

Spezia: Scuffet; Vignali, Erlic, Capradossi, Vitale; Maggiore, Bartolomei, Acampora; Ragusa, Nzola, Gyasi.

Pisa: Gori; Caracciolo, Benedetti, Pisano; Belli, Marin, Gucher, Pinato; Marconi, Soddimo, Vido.

PRIMO TEMPO

Finisce 1-1 il primo tempo tra uno Spezia rivoluzionato da sei cambi e il Pisa, al gol realizzato da Gyasi al 26' ribatte Marconi al 38', va detto che lo Spezia ha sprecato almeno due monumentali occasioni da gol, al contrario il Pisa ha capitalizzato al meglio le sue giocate d'attacco, andando in gol al primo tiro in porta dopo un bolide di Pinato uscito a lato e un altro tiraccio fuori dello stesso Marconi.

Lo Spezia ha giocato meglio ma sta sprecando troppo, bene la pausa per ritrovare la giusta concentrazione, probabile che Italiano muova da subito qualche pedina.

In finire di primo tempo dopo il vantaggio aquilotto da registrare l' Occasionissima al 31' ancora sui piedi di Gyasi dopo una ripartenza di Maggiore, ma il numero 11 si vede ribattere in corner una conclusione quasi a botta sicura. Ancora Spezia al 33' pericolosissimo con Nzola che stoppa di sinistro e calcia di destro a pochi metri dalla porta, si supera Gori che dimostra tutto il suo valore, non per niente destinato alla juventus.

SECONDO TEMPO

Secondo tempo iniziato sulla falsariga del primo: lo Spezia attacca subito ma non è preciso con Nzola ma in genere con tutti i suoi giocatori, e così ne approfitta il Pisa che dopo 3' si rende pericoloso con Vido sulla diagonale di Vignali che dopo una buona partenza inizia a soffrire in fase difensiva.

Un solo cambio per ora, lo ha fatto il Pisa a causa dell'infortunio a Pinato, al suo posto De Vitis.

Spezia pasticcione al 53' in attacco, riparte il Pisa che guadagna il corner con Vido.

Fase di gara nettamente favorevole al Pisa, che piano piano prende fiducia ma stasera lo Spezia è imbarazzante: al 55' Nzola da solo non apre a Vignali lanciato a rete ma preferisce servire al centro, sbagliando pure il passaggio.

Doppio cambio al 56' nello Spezia: dentro Marchizza e Mastinu al posto di Vitale e Ragusa.

Imbarazzante Nzola al 58', su bolide di Bartolomei salva la porta del Pisa.

Doppio cambio anche nel Pisa al 63', fuori Pisano e Belli per Birindelli e Pompetti.

Gara bloccata sullo 1-1 e arriva pure il giallo a Mastinu (diffidato) al 64'. Da registrare l'ottimo impatto con la gara di Marchizza, che riesce ad arrivare al fondo pericolosamente un paio di volte.

Altri cambi al 69', entra Ga la al posto di un opaco Nzola, nel Pisa entra Minesso al posto di Soddimo, ma la gara resta bloccata sull'1-1 e siamo arrivati al 27' della ripresa.

Arriva al 72' un buon corner per lo Spezia, con Gala appostato in area ma la palla non arriva al bulgaro dopo un flipper pericoloso davanti a Gori.

Ultimo cambio nel Pisa, al 60' esce Vido per Fabbro mentre Italiano fa scaldare Gudjonsen e Ferrer per l'ultimo quarto di partita, escono Acampora e Vignali con lo Spezia che passa al 4-4-2.

Leggerezza di Scuffet al 75' in dusimpegno, per fortuna nessun problema per la retroguardia aquilotta.

Passa il tempo ma non si sblocca il risultato sul pari, va detto che il Pisa è messo bene in campo e riesce a levare l'aria alle ripartenze aquilotte, servirebbe un acuto a questo punto ma non si deve dimenticare il tour de force del periodo.

Svantaggio....all'87' da corner Marconi sul secondo palo si alza su Capradossi e insacca a un metro da Scuffet... Purtroppo il Pisa quest'anno ci ha beffato doppiamente, così come è doppio giallo per Galabinov e Gyasi.

Sono cinque i minuti di recupero per sperare almeno di pareggiarla. Con Scuffet che al 92' sfarfalla il rinvio e viene salvato dai compagni della difesa, reparto stasera davvero deficitario dopo le ultime ottime prestazioni.

Finisce 2-1 per il Pisa, che va detto per inciso non ha rubato niente, capitalizzando le occasioni sfruttando la scarsa vena sia difensiva sia offensiva delle aquile.

 

 

 

 

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

"Vernazza è accoglienza, apertura verso il prossimo. Vernazza non ha mai giudicato nessuno", la Pro Loco di Vernazza sta cercando di mettersi in contatto con la coppia aggredita. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
La nota di alcuni residenti, pendolari e operatori economici delle Cinque Terre ricorrenti al Tar. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa