Matteo Orlandi dal Valdimagra al settore giovanile del Vero Monza In evidenza

La promessa Orlandi: "Un'opportunità da non sprecare, darò tutto per prendere il treno che passa una volta sola".

Sabato, 13 Giugno 2020 14:30

Dopo la partenza di Giulia Stiaffini un anno fa, il Valdimagra piazza in Serie A1 un’altra “promessa” cresciuta nel proprio settore giovanile, di nuovo tramite quel Vero Monza con cui collabora oramai da anni.

Questa volta si parte dalla sezione maschile rossoblù, quindi dal versante Abc Zephyr Trading e non da quello S. Stefano del gruppo Valdimagra Volley, poiché ad andare in Brianza è Matteo Orlandi.

Chiaramente ancora di “vivaio” si parla, poiché quest’ultimo (classe 2006) proviene dall’ Under 14 valligiana e in maglia brianzola si affaccia ora alla categoria “U15”, ma sempre di A si tratta.

"E’ un’opportunità da non sprecare – commenta Orlandi al riguardo – e darò tutto per prendere il classico treno che passa una volta sola".

Soddisfazione intanto da parte della stessa società santostefanese; dove inoltre si rammenta che il nostro s’è già fatto valere nel volley “adulto” in Serie C, in quella Mulattieri Creations che ne è la seconda squadra, la prima come risaputo è in B.

Dopo la Stiaffini, che in terra monzese peraltro sta facendo molto bene tra le giovani di quel Saugella che in pratica è il corrispondente del Vero tra le donne, adesso tocca a lui - si esprime così il direttore sportivo del ramo “verde” valligiano Matteo Spagli – a riprova d’un rapporto coi monzesi ch’è duraturo e, dato che stavolta parte un ragazzo anziché una ragazza, sempre più completo".

Non solo, ma questa collaborazione si fa sempre più stretta, non a caso Orlandi è già stato in casa briantea più volte nel corso della scorsa stagione pallavolistica: adeguatamente visionato in occasione di allenamenti, amichevoli, tornei.

"Appunto – ribadisce il padre Roberto a suo tempo pure schiacciatore – si tratta di un ambiente collaudato che assicura tutte le garanzie, poi è chiaro che in famiglia dobbiamo prepararci a vedere Matteo un po’ meno e a viaggiare di più per stargli vicino, ma pensiamo che sarebbe ipocrita non giocarsi tale e tanta carta".

È GRATIS! Compila il form per ricevere via e-mail la nostra rassegna stampa.

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Autore
Vota questo articolo
(0 Voti)

Ultimi da Redazione Gazzetta della Spezia

di Francesco Falli - Tutte le emozioni della prima partita della storia in serie A Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia
Per riconoscere più velocemente e con sicurezza la malattia e dimostrare che si tratta di vera patologia. Leggi tutto
Redazione Gazzetta della Spezia

Continua lettura nella stessa categoria:

Lascia un commento

Informiamo che in questo sito sono utilizzati "cookies di sessione" necessari per ottimizzare la navigazione, ma anche "cookies di analisi" per elaborare statistiche e "cookies di terze parti".Puoi avere maggiori dettagli e bloccare l’uso di tutti o solo di alcuni cookies, visionando l'informativa estesa. Se invece prosegui con la navigazione sul presente sito, è implicito che esprimi il consenso all’uso dei suddetti cookies. Leggi informativa